Restano stazionarie le condizioni di Gaetano Di Pietro

Scoglitti (RG) Sicilia – Restano stazionarie le condizioni di Gaetano Di Pietro, il trentaquattrenne di Scoglitti, che nei giorni scorsi è stato ferito con alcuni colpi di pistola, sparati dal padre nella stessa abitazione dove entrambi risiedono. Il grave episodio,  ha fatto scattare una vera e propria gara tra gli abitanti della frazione balneare di Vittoria, dove i due protagonisti della drammatica vicenda, sono abbastanza conosciuti; ci sono infatti, quelli che giustificano il gesto estremo compiuto dal papà del ferito, e  altri che lo giudicano eccessivo e incontrollato.

Come si ricorderà, il padre sessantaseienne di Gaetano Di Pietro, che attualmente si trova in stato di fermo presso la casa circondariale di Ragusa, a conclusione dell’ennesimo diverbio con il figlio, ha preso la pistola che deteneva regolarmente ed ha sparato più volte attingendolo all’addome. Dalle indagini svolte dai militari dell’arma della locale stazione e dai colleghi della compagnia di Vittoria, è stato accertato che il ferito, che assumerebbe sostanze stupefacenti, continuava a chiedere soldi al padre, costringendolo a fare salti mortali per cercare di fare quadrare il bilancio familiare.

Adesso, la vicenda si è conclusa in un modo drammatico ma non inaspettato, infatti sono molti tra quanti conoscono la famiglia, che continuano a ripetere, che l’epilogo era prevedibile.

FOTO REPERTORIO

Print Friendly, PDF & Email