Rosolini, approvato regolamento comunale per l’applicazione dell’imposta Unica Comunale (IUC)

Rosolini, 10 settembre 2014 – Con atto deliberativo n.9 del 09.09.2014 il Commissario Straordinario dott. Gagliano, ha proceduto all’approvazione del regolamento comunale per l’applicazione dell’imposta unica comunale (IUC), istituita dall’art. 1, comma 639 L. 27 dicembre 2013 n. 147 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato-Legge di stabilità 2014 .Detto regolamento  va a disciplinare le tre distinte entrate: l’imposta municipale propria (IMU),  il tributo per i servizi indivisibili (TASI) e la tassa sui rifiuti (TARI). Con lo stesso atto deliberativo  si è proceduto ad approvare le aliquote IMU e le aliquote TASI per l’anno 2014( come da prospetti riepilogativi allegati) . Per quanto riguarda invece le tariffe della TARI ed il piano economico finanziario  queste verranno approvate con successivo provvedimento e comunque entro il 30 settembre p.v..
“Il tema della fiscalità locale rappresenta un tasto dolente – afferma il dott. Gagliano – soprattutto per i Comuni  che sono soggetti ai rigidi parametri che riducono i margini di manovra ed impongono scelte spesso dolorose per i cittadini. Nella stesura del Regolamento il  nostro obiettivo è stato quello di cercare il più possibile di venire incontro alle esigenze dei cittadini ed abbiamo praticamente lasciato invariate le aliquote IMU rispetto al 2013,  prevedendo nel contempo delle riduzioni ed esenzioni per le fasce più deboli per quanto riguarda  le altre imposte. Abbiamo in sostanza cercato il più possibile di venire incontro alle esigenze delle fasce sociali che vivono maggiormente il dramma della crisi economica. Altro aspetto predominante attenzionato è quello relativo all’alta percentuale di evasione tributaria  che ci ha spinto immediatamente a rafforzare l’azione di contrasto al fenomeno. “Chi evade i tributi locali danneggia la comunità locale”. La lotta all’evasione fiscale, dunque, diventa una questione di  equità sociale finalizzata al recupero di risorse impiegate per soddisfare bisogni collettivi e fornire servizi. Occorre quindi – conclude il dott. Gagliano-  che ci sia da parte di tutti un vero senso civico. A breve sarà potenziato l’Ufficio Tributi ed e l’istituzione di una task force per un’azione capillare tesa a sconfiggere il fenomeno dell’evasione”.

Print Friendly, PDF & Email