Rossella Mazziotta è Miss Mamma Italiana per la Sicilia

È Rossella Mazziotta Miss Mamma Italiana per la Sicilia. Rossella si è aggiudicata la fascia, sabato sera, in occasione della selezione regionale del concorso, svoltasi a Ragusa nella splendida location della Pizzeria Vitality.

Una serata ricca di emozioni e tanto spettacolo e divertimento, sapientemente organizzata e condotta da Oriana Chiarenza, già vincitrice del concorso nel 2006 ed oggi referente per la Sicilia. Accanto a lei il patron del concorso Paolo Teti e Adamo Giummarra, il Babbo più bello d’Italia sprint 2009.

“Non solo bellezza ma anche abilità – spiega il patron Paolo Teti. Spettacolo dolcezza e simpatia, questo è Miss Mamma Italiana”.

“Obiettivo di questo concorso – aggiunge Oriana Chiarenza – è far emergere la figura della donna che tante volte dimentichiamo e mettiamo nel cassetto. Vogliamo invece ricordare che la mamma è donna e in questa occasione verrà fuori la donna che è in ogni mamma”.

Quattordici le mamme in gara ma solo otto hanno conquistato la fascia che permetterà loro di partecipare alle prossime selezioni nazionali. Patrizia Salerno si è aggiudicata la fascia Romantica, Stefania Parisi la fascia Sportiva, Gianna Cassarino la fascia Gold, Manuela Nicita la fascia Chic, Arianna Sudano la fascia Eleganza, Cinzia Cappitta è Miss Mamma Solare, Angela Ganci Miss Mamma Sprint e Catia Ruta Miss Mamma Fashion.

Una serata, quella di sabato, in cui arte, cultura, spettacolo e talento si sono intrecciati in un connubio perfetto. Ad arricchire l’evento l’esibizione di Giulia Casamichele e Alessia Licitra e le coreografie della scuola di danza “ALBALLETTO” che hanno regalato ai presenti momenti davvero emozionanti.

E a proposito di talento sulla scena le collezioni presentate dalla gioielleria Pirosi, in cui la “sicilianità” è emersa in tutto il suo splendore e dal Brand di confezioni Fichissime, nuova realtà ragusana la cui mission è quella di valorizzare e promuovere nuovi talenti creativi.

“La nostra presenza a questo concorso – ha detto Elena Incremona – per me è fondamentale in quanto ho riconosciuto delle assonanze con quello che è il nostro progetto, ovvero valorizzare i talenti creativi e promuovere le abilità femminili. Il messaggio che noi vogliamo lanciare a tutte le donne, attraverso le nostre creazioni, è quello concentrarsi sulle cose belle della vita e canalizzare le nostre energie su tutto ciò che ci appassiona”.

Sulla passerella anche delle bellissime modelle che hanno messo in mostra le acconciature realizzate da Franca Licitra – Look Live ispirate al mondo delle bambole: “Un modo questo – ha detto Franca Licitra – per ricordarci la genuinità e la semplicità che sono insite in noi”.

A curare la direzione artistica dell’evento la maestra Cinzia Tibaldi “ALBALLETTO”, le musiche sono state affidate a Davide Agosta mentre la fotografia è di Umberto Carcassi.

Ma Miss Mamma Italiana non è solo spettacolo ma anche solidarietà, la manifestazione infatti sostiene Arianne Endometriosi Onlus e Avis Regionale Sicilia.

Vedo realmente la mamma come simbolo della vita – ha detto il presidente dell’AVIS Regionale Salvatore Mandarà – simbolo di valori importanti. Questo concorso mette in evidenza proprio i due aspetti della figura della mamma, da un lato la bellezza della donna in quanto tale e dall’altro l’essere solidale verso gli altri. Ecco io credo che oggi avremmo bisogno di più mamme ”.

A lanciare un messaggio di solidarietà anche una delle concorrenti, Manuela Nicita, a sostegno della lotta contro la violenza sulle donne ricordando che è possibile segnalare, in anonimato, gli abusi subiti in prima persona o segnalare casi di cui si è a conoscenza, chiamando il numero 1522 Messo a disposizione dal Ministero degli Interni.

Tra i componenti la giuria Armando Bellocchi, regista del lungometraggio “L’Atleda di Dio” che racconta la vita di Nino Baglieri, “Il Santo di Modica”. Bellocchi ha raccontato alcuni momenti emozionanti delle riprese: “Ad un certo punto – ha detto – mentre giravamo alcune scene, è diventato quasi impossibile percepire dove iniziava la finzione e finiva la realtà”. Oggi il lungometraggio sta facendo il giro del mondo e in tanti stanno conoscendo la vita di Nino, divenuto paraplegico all’età di 17 anni a seguito di un incidente sul lavoro e che grazie alla sua forza di volontà e d’animo è divenuto un grande esempio per tutti.

Presente alla manifestazione e componente della giuria anche Lucia Aparo, Direttrice Artistica del Premio Nazionale Musa D’argento, festival cinematografico e dei talenti. “Questo è un Festival dedicato a tutti i talenti – sottolinea  – proprio per questo ho deciso di ideare un Format che possa dare possibilità a tutti di esprimere la loro arte indistintamente dalla loro età e dalle loro condizioni fisiche”.

Tra le madrine della manifestazione Viviana Vindigni, già vincitrice della fascia Miss Mamma Simpatia e che ha partecipato alle selezioni di Gatteo Mare lo scorso giugno: “Porto nel cuore tanti bei ricordi. È un’occasione unica che ci permette di conoscere tante splendide donne e mamme. Io l’ho fatta per poter dire un giorno al mio bimbo guarda la mamma cosa ha fatto per te. Il messaggio che voglio lanciare alle mamme che, come me, si mettono in gioco è quello di vivere al massimo questa esperienza”.

Emozionatissima la vincitrice del concorso Rossella Mazziotta ha così commentato la sua vittoria: “Sono felicissima, essere mamma non vuol dire rimanere a casa ma vuol dire amare la vita, amarsi e donarla ai figli”.

Di seguito alcuni degli scatti di Umberto Carcassi 

Print Friendly, PDF & Email