“San Franciscuzzu 2018”

Scoglitti 04/07/2018 – “San Franciscuzzu” considerato il padre santo di tutti gli scoglittiesi, è certamente, insieme alla Madonna di Porto Salvo, la prima delle due festività religiose estive più sentite. Patrono della marineria per eccellenza, fondatore dell’Ordine dei Minimi, il santo ha conosciuto bene il mare e il suo impeto, se è vero, come è vero, che la statuetta della piccola chiesa di San Francesco di Paola di Scoglitti, venne rinvenuta in mare. La storia del ritrovamento appare quasi come un miracolo, infatti, sarebbe stata sulla prua di una nave affondata dal mare in tempesta, unico resto a galleggiare.
La festa dedicata al Santo, che secondo consolidata tradizione si celebra la seconda domenica di luglio, ha preso il via 30 giugno u.s. con la traslazione della statua dalla piccola chiesa alla chiesa madre di piazza Cavour. I festeggiamenti esterni saranno celebrati domenica prossima e si concluderanno con la processione notturna del simulacro del Santo Patrono, che percorrerà tutte le strade della frazione rivierasca di Vittoria.
Tra gli organizzatori della festa, vecchi e nuovi fedeli, tutti accomunati da una grande fede e dalla voglia sempre più travolgente di festeggiare il San Franciscuzzu che regna nei cuori di tutti gli abitanti di Scoglitti.
Quest’anno la celebrazione eucaristica sarà presieduta dal vescovo di Caltanissetta, Monsignore Mario Russotto, vittoriese doc e molto legato al suo territorio di origine.
Del vasto catalogo del programma, fa parte anche il concerto di oggi, 4 luglio, “sulle orme della carità”, un evento molto sentito e partecipato. Sabato 7 luglio, ci sarà la tradizionale fiera del dolce con la tradizionale cornice del corteo storico in costumi d’epoca, che rievoca il ritrovamento della statuetta di San Francesco, un momento particolarmente suggestivo, con un corteo che porta il Santo dalla spiaggia del Palummaru, fino alla chiesetta. Condizioni meteo permettendo, domenica mattina, prima della processione serale, si terrà la tradizionale processione con il simulacro del Santo che sarà imbarcato a bordo di una barca da pesca ed accompagnato da tutti i pescatori e diportisti, fino a Kamarina.
Una festa quella di San Francesco, che richiama a Scoglitti, parecchi turisti.

Print Friendly, PDF & Email