Santa Croce Camerina. Alloggi popolari vandalizzati

Mario Coco e il direttore dello Iacp. Giovanni Scuderetti

Un ulteriore dispendio di risorse economiche. Con il ripristino degli infissi e la messa in sicurezza degli interni. La struttura – i 18 alloggi popolari dello Iacp in contrada Costa Degli archi a Santa Croce – sono stati vandalizzati. Porte e finestre divelte, servizi igienici non utilizzabili. Un cantiere perenne – con due imprese che dovevano ultimare i lavori – fallite. Oggi, dopo 7 anni, è l’emblema del degrado e della cattiva amministrazione. L’istituto autonomo case popolari, con il direttore Giovanni Scuderetti, assicura che entro il  2017 il cantiere sarà ultimato con il finanziamento di un nuovo progetto in fase di “verifica e valutazione”. “Saranno degli alloggi all’avanguardia – assicura il direttore dello Iacp – con un progetto pilota unico nel suo genere in provincia di Ragusa. Stiamo parlando di impianti fotovoltaico e di strutture a basso consumo energetico. Un investimento economico di un milione e 800 mila euro”. Mario Coco, operatore turistico, ha voluto incontrare i vertici dello Iacp. “E’ stato un incontro proficuo per capire il da farsi – aggiunge Coco – ho chiesto al direttore di mettere in sicurezza tutta l’area con la chiusura degli accessi lungo il perimetro esterno della rete di recinzione. Ho sollecitato il dirigente dell’istituto ad accelerare l’iter per ultimare, nel più breve tempo possibile, la realizzazione e la consegna degli alloggi alle famiglie bisognose di Santa Croce Camerina”. Coco ha chiesto al  direttore dello Iacp tempi e modalità di consegna degli alloggi popolari. “Mi auguro che i tempi vengano rispettati – conclude Mario Coco -ci sono tante famiglie disagiate che attendono da anni un alloggio.  A queste famiglie va il mio sostegno in un momento sicuramente drammatico”.

Print Friendly, PDF & Email