SANTA CROCE E Il “PROBLEMA” SICUREZZA

Il Consiglio Comunale di Santa Croce appena trascorso è stato ricco di “colpi di scena” ma anche soddisfacente per i risultati ottenuti. Infatti, nella seduta di martedì sera, oltre agli altri punti trattati, si è discussa, in maniera proficua, la mozione sul tema della sicurezza e del decoro urbano presentata dal consigliere di opposizione Chiara Zago, del gruppo #diventeràbellissima, e sottoscritta anche dal Consigliere Agnello, in qualità di capogruppo del gruppo di opposizione “Liberi di scegliere”. La mozione in oggetto conteneva le proposte redatte dal Circolo Meridiana e già presentate sotto forma di petizione popolare all’ex Amministrazione Iurato, senza alcun risultato. “La mozione di ieri sera, al contrario, è stata votata e accolta da tutto il Consiglio Comunale . spiega il consigliere comunale Chiara Zago – siamo molto soddisfatti di questo risultato e accogliamo positivamente la sensibilità di tutti i  colleghi consiglieri su questo tema. L’impegno profuso in questi anni su queste tematiche, care a tutti i cittadini, ha avuto il giusto epilogo nella serata di ieri. Prendiamo atto che l’Amministrazione Comunale ha dato un segnale sull’argomento, accogliendo le nostre proposte. Ovviamente, invitiamo l’amministrazione comunale ad essere tempestivi nel mettere in atto le direttive presenti nella mozione e non ancora intraprese. Vogliamo approfittare di questa occasione per sottolineare che tutte le azioni presenti nel documento  in argomento sono atte ad alleggerire e supportare l’impegno ed il lavoro profuso dalle forze dell’ordine presenti sul territorio, con grande sforzo e spesso in condizioni difficili. A loro va il nostro ringraziamento!  Altro aspetto rilevante dal punto di vista politico, che ha caratterizzato il Consiglio, è stata la costituzione del nuovo (ed ennesimo) gruppo consiliare in seno alla maggioranza. Difatti, la consigliera Galuppi, il viceSindaco Giavatto ed il Presidente del Consiglio Mandarà, hanno dichiarato di fuoriuscire dal gruppo “Santacroce Rivive”, di diretto riferimento del Sindaco Barone, per costituire il gruppo “Insieme”. Oltre a sottolineare l’ennesima spaccatura nella maggioranza, già da noi più volte evidenziata – aggiunge Zago – siamo molto curiosi, oltre che preoccupati, degli squilibri politici che tale novità può causare. Infatti, come farà il Sindaco a giustificare ai propri fedeli consiglieri la rappresentanza politica  data a questo nuovo gruppo consiliare? Un gruppo consiliare formato da 3 soli consiglieri comunali che è rappresentato da altrettante cariche e tutte di assoluta rilevanza: dal Presidente del Consiglio, dal Vice-Sindaco, oltre che dall’Assessore Robusti! Come farà il Sindaco a ridistribuire gli equilibri interni senza creare nuovi (ed ennesimi) mal di pancia?”.

Print Friendly, PDF & Email