Scoglitti approdo del Mediterraneo minacciato dall’inciviltà dei vandali

Scoglitti – Sicilia 01/07/2015 – Scoglitti oltre ad essere uno dei più frequentati porti turistici, è il più vecchio, insieme a quello di Licata, porto peschereccio della Sicilia Sud-Orientale. La sua flotta, nonostante la crisi incombente abbia contribuito a dimezzare i natanti da pesca, è ancora il fiore all’occhiello della provincia iblea.
Una costa lunghissima, ricca di spiagge dorate e con sabbia sottile e soffice, che attira, da sempre, bagnanti provenienti da ogni parte d’Italia.
Da qualche anno inoltre, le strutture alberghiere, i lidi, i noti e frequentati ristoranti dove si gusta ottimo pesce locale, hanno contribuito a rendere il borgo marinaro, frazione di Vittoria, meta di turisti, e non solo nel periodo estivo.
Un miscuglio di qualità che rendono il posto, uno dei più frequentati della zona.
Un paesino di pescatori che d’inverno ospita circa 4.000 abitanti e d’estate ne ospita oltre 40.000.
Eppure, nonostante tutto, un gruppetto di pochi “vandali” ( e nessuno venga a dire che si tratta di stranieri ) si oppone a questo chiaro segnale di sviluppo, di voglia di fare, di professionalità che gli imprenditori hanno messo in campo, con una grande volontà di crescita e di migliorare.
E’ di ieri la notizia, documentata da decine di foto, che ci siamo rifiutati di pubblicare, per un senso di pudore nei confronti della gente civile, e di disappunto nei confronti degli “altri”, che un’orda di barbari incivili e locali, hanno sporcato, con rifiuti di ogni genere, spiagge, mare, panchine e strade.
Sacchetti pieni di spazzatura, pannolini pieni di escrementi, lattine vuote, carte intrise di olio e salsa, sono stati sparsi per tutta la cittadina balneare, con la consapevolezza di arrecare danno e fastidio alla stragrande maggioranza di cittadini ignari e perbene. Si tratta di gente che non ha le caratteristiche richieste per potere continuare a vivere tra la gente civile, si tratta infatti di mascalzoni maleducati, privi del minimo senso di rispetto per gli altri e con un innato senso di disprezzo per le cose pubbliche. E dire che proprio qualche giorno prima che questi miseri e immondi esseri si scatenassero, l’Amministrazione aveva provveduto a fare pulire il litorale. Ovviamente, alcuni sono incappati nelle registrazioni delle decine di telecamere che sono state installate a Scoglitti per la sicurezza, quindi è probabile e auspicabile che a qualcuno possa arrivare il “conto” da pagare.
Auspichiamo che tutti quelli che la pensano come noi, di fronte a questa gente, che come ribadito, non merita di convivere con la gente civile, reagiscono di fronte a questi atti e denuncino chi li pone in essere. Noi invece, aspettiamo di pubblicare i volti di questi soggetti e poterli quindi “sporcare” allo stesso modo in cui loro hanno sporcato la città.

Print Friendly, PDF & Email