Scoglitti. Arti e Bastioni, il vincitore Biazzo dona il primo premio alla Città

SCOGLITTI (Frazione di VITTORIA) – In merito al concorso Arti e Bastioni e all’esito deciso dalla giuria composta da competenti esperti in materia (Francesco Lucifora, Barbara Gurrieri, Nunzio Sciveres e Maurizio Cugnata) che ha premiato Daniele Biazzo con l’opera “Indovina chi resta a galla” è giunta una dichiarazione del vincitore del premio che ha deciso di donare l’ammontare della somma vinta alla città a seguito di alcune polemiche emerse negli ultimi giorni.

“Ho partecipato con entusiasmo e interesse al concorso Arti e Bastioni essendo in prima persona un artista desideroso di poter contribuire ad abbellire la mia città. Con questo spirito ho inoltrato la mia richiesta di partecipazione che è stata accolta dagli uffici comunali. Le polemiche sorte mi rammaricano non poco perché vanno a inficiare una manifestazione sentita e partecipata. Per questo motivo – proprio per dimostrare che il mio unico interesse è l’arte in quanto tale e che la vittoria del premio non era il fine unico della mia partecipazione – ho scelto di donare alla città la somma vinta affinché si possa creare un ulteriore momento artistico e di condivisione tra tutti i partecipanti del concorso e per valorizzare tutte le opere presentate”.

“La scelta operata da Daniele Biazzo – ha commentato il sindaco Giovanni Moscato – gli fa grande onore. Si tratta di un gesto signorile e di grandissima sensibilità che svetta in maniera chiara sulle polemiche, alcune becere, emerse a seguito della premiazione. Arti e Bastioni, nato con l’intenzione di essere un concorso democratico e aperto a tutti, vuole essere un modo per permettere agli artisti di avere una vetrina importante e per rendere più affascinante il nostro lungomare. Questo è lo spirito di Artie e Bastioni, inclusivo e aperto, per cui gli uffici hanno accettato tutti i lavori presentati entro i termini e hanno autorizzato Daniele Biazzo, così come tanti altri, alla realizzazione della sua opera seppur sviluppata in un bastione. Questo nell’ottica della massima inclusività .Così come l’opera della coppia Genuardi – Ruta, classificatasi terza, ha presentato nei termini il progetto ma ha chiesto – attraverso una comunicazione via mail – un differimento della data di realizzazione per via della distanza da coprire per raggiungere Vittoria. Ad attestare l’operato lineare degli uffici vi è anche la relazione con protocollo 3054/cuc contente un parere sulla intera procedura. Ringrazio Daniele Biazzo a nome della città per questo gesto di grande cavalleria che dimostra un animo sensibile e mosso dall’amore per l’arte. Con la somma donata realizzeremo prossimamente una manifestazione culturale in città che punterà al massimo coinvolgimento possibile di tutti gli artisti che hanno partecipato al concorso. Un evento come Arti e Bastioni così partecipato e dai risultati così straordinari non può essere sporcato da sospetti e polemiche che ne offuscano la bellezza. Ringrazio ancora una volta la giuria di esperti, gli uffici comunali e il responsabile del progetto per l’impegno profuso. Capiamo la delusione provata da qualche artista ma è chiaro che un successo e un interesse così grandi fanno di tutti i partecipanti i vincitori del concorso perché hanno dimostrato bravura e amore per la città. Adesso occorre abbandonare le polemiche e dare spazio alla bellezza: il nostro lungomare è divenuto, grazie agli artisti, una galleria d’arte a cielo aperto e ad avere vinto è l’intera città per via di una manifestazione partecipata che ha reso Scoglitti epicentro culturale. Siamo felici che la gente e i tanti turisti abbiano apprezzato le opere dei nostri bravissimi artisti”.

Print Friendly, PDF & Email