Scoglitti. Prolungamento Lungomare della Lanterna. La dichiarazione del sindaco a conclusione dell’apposita conferenza di servizio

Scoglirri, 4 dicembre 2015 – A conclusione della conferenza di servizio sul prolungamento del Lungomare della Lanterna, svoltasi nella Sala degli Specchi di Palazzo Iacono, il sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia, ha dichiarato che “all’incontro hanno partecipato tutti gli enti interessati e chi, come la Sovrintendenza, non era fisicamente presente, ha, comunque, fatto pervenire il proprio parere; abbiamo acquisito già i primi pareri che, in larga massima, sono positivi”.

“Resta – ha continuato Nicosia – un nodo da sciogliere, che è quello del Demanio che, stranamente, ha ritenuto l’opera eccessivamente invasiva della spiaggia. Abbiamo avuto l’impressione, io e tutti gli altri componenti il tavolo, che da Palermo non abbiano esaminato adeguatamente le misure delle nostre spiagge che, anche nei tratti meno larghi, sono tutte di altissimo rispetto. L’allargamento, che è di quindici metri, porterebbe nelle parti più strette, ossia nella parte finale dell’opera, almeno ad ancora cinquanta metri di arenile, rispetto ai quindici che si verrebbero ad occupare. Ecco perché la conferenza di servizio, essendo il Demanio una delle componenti più importanti, perché è l’Ufficio che deve, poi, cedere l’area, è stata aggiornata, ma siamo estremamente fiduciosi perché chiunque conosca le condizioni delle nostre spiagge sa che sul quel tratto abbiamo semmai il problema opposto, cioè di ridurre porzioni di spiagge che sono affette da insabbiamento; in ogni caso, l’iter sta andando avanti a tappe forzate: d’altronde, lo avevamo promesso che avremmo proceduto con una tempistica ristretta! Ci teniamo all’opera, tant’è vero c’è già stata la conferenza di servizio, che è stata avviata e che sono stati acquisiti dei pareri; per quanto attiene quello negativo del Demanio, poiché riteniamo che tale parere sia contrario in base ad un presupposto che, però, ci sembra non conforme alla reale situazione dei luoghi, ci siamo aggiornati per conferire con il Demanio e spiegare ancora meglio, da parte dei progettisti e dell’Ufficio, la situazione”.

Print Friendly, PDF & Email