Settore Credito. Dopo la rottura delle trattative i lavoratori si mobilitano e si preparano a nuovi scioperi

CONTRATTO, AL VIA NUOVA MOBILITAZIONE
I sindacati proclamano unitariamente due nuove giornate di sciopero e il blocco delle prestazioni straordinarie contro la disapplicazione del Contratto Nazionale che l’ABI è pronta ad attuare dal primo aprile, un precedente pericoloso per tutte le categorie di lavoratori.

All’origine della mobilitazione, decisa oggi al termine della riunione intersindacale, anche le risposte negative sul mantenimento degli attuali livelli occupazionali, sulle nuove assunzioni e i nuovi mestieri fornite dal Presidente del CASL, Alessandro Profumo, ieri durante l’incontro con i sindacati, nell’ambito della trattativa sul rinnovo contrattuale.

Chiusure che hanno costretto le Organizzazioni Sindacali a interrompere il confronto.

Oltre alle due giornate di sciopero, che si svolgeranno in date ancora da definirsi, i sindacati hanno indetto le assemblee dei lavoratori, confermato il blocco delle relazioni sindacali in tutti i gruppi bancari e previsto una nuova grande manifestazione nazionale in difesa del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro.

Inoltre, di fronte alla disapplicazione contrattuale minacciata da ABI, le segreterie Nazionali hanno deciso d’intraprendere tutte le iniziative, anche legali, a tutela della categoria e del suo futuro.

Roma 24/03/2015

Print Friendly, PDF & Email