Sicilia: scompare Air One, tratte cancellate e disagi per i cittadini della regione

Proposta choc di Tanasi (Codacons): utilizzare i soldi dei parlamentari ars per mantenere i collegamenti

La chiusura della compagnia aerea Air One provocherà un terremoto in Sicilia sul fronte del trasporto aereo, con innumerevoli e pesanti disagi per i cittadini della regione e per il turismo in generale.
In base a quanto riportato dai mass media, infatti, a partire dal prossimo 1 ottobre spariranno i collegamenti tra l’isola e alcune capitale europee tra cui Monaco, Berlino, Mosca, Amsterdam, Parigi, Praga, mentre sul fronte dei voli nazionali le tratte cancellate sarebbero Bologna, Torino, Venezia e Verona.
“Ciò significa che per raggiungere tali destinazioni gli utenti dovranno fare scalo presso altri aeroporti con un aumento dei costi, dei tempi di viaggio e dei disagi – afferma Francesco TanasiSegretario Nazionale Codacons– . Per questo lanciamo oggi una proposta che ci sembra più che sensata: i collegamenti cancellati siano tutti assorbiti da Alitalia, reperendo i fondi necessari presso l’Ars, ossia utilizzando i soldi dei parlamentari regionali – tanti e spesso usati senza criterio – per garantire la continuità del trasporto aereo siciliano, in modo da non arrecare danno ai cittadini della regione e al turismo”.

Print Friendly, PDF & Email