Siracusa, visita per gli auguri natalizi del Prefetto Gradone al CPSA “Capocorso” per migranti

Visita gradita, ieri mattina, del Prefetto di Siracusa, Armando Gradone, per gli auguri natalizi, al CPSA CAPOCORSO di Traversa S. Tommaso 1 a Siracusa, lungo la statale per Floridia, costituito dalle cooperative sociali Passwork, Iris e Il Sole, che ospita 50 ragazze minori non accompagnate, vittime di tratta.

Assieme al rappresentante del Governo, erano presenti anche il Vice Presidente di AnciSicilia, Paolo Amenta, Sindaco di Canicattini Bagni, e il Sindaco di Floridia, Orazio Scalorino, il Presidente di Passwork, Sebastiano Scaglione, di Iris, Ina Ragusa, e Il Sole, Andrea Baffo, assieme agli operatori delle altre strutture del territorio che ospitano migranti: Sprar “Obioma” di Canicattini Bagni per donne fragili vittime di tratta; Sprar “Obioma” di Floridia, per giovani migranti; “Casa Aylan” di Canicattini Bagni, comunità per minori non accompagnati, tutti gestiti da Passwork; e la Comunità per minori di Floridia “Albachiara” gestita dalla coop. Il Sole.

A fare gli onori di casa la Direttrice del Centro di primo soccorso e accoglienza “Capocorso”, Sonia Scalorino.

Dopo una visita alla struttura, il Prefetto Gradone si è voluto congratulare con le imprese sociali che garantiscono quella che ha definito “buona accoglienza” alle ragazze e ragazzi che approdano in Provincia di Siracusa.

«In questi ultimi 4 anni – ha detto il Prefetto – nella nostra provincia sono arrivati oltre 105 mila migranti, e di questi ben 8 mila sono stati minori non accompagnati. Questi dati spiegano il grande e difficile compito che abbiamo affrontato. In questo momento di festa per il Santo Natale, che in Italia tradizionalmente si festeggia in famiglia, voglio che sappiate che anche voi siete la nostra famiglia, e vogliamo rinnovarvi tutto il nostro affetto, augurando che il nuovo anno offra a ciascuno di voi l’occasione di realizzare i vostri sogni. Da parte nostra, da parte dei Sindaci, delle imprese sociali, di ognuno degli operatori che si occupa di migranti, in questi 4 anni è stato fatto ogni sforzo possibile, per garantirvi una “buona accoglienza”.

“La provincia di Siracusa – ha concluso il Prefetto Gradone – ha operato con generosità e passione, si è messa a vostra disposizione per farvi sentire quel calore umano del quale siete stati privati dalle circostanze e dalle difficoltà che avete affrontato. Auguri di buon Natale a tutti».

Agli auguri del Prefetto, si sono aggiunti quelli dei Sindaci presenti, protagonisti, con la loro associazione l’Anci, dei progetti di accoglienza e dell’istituzione delle strutture SPRAR e di altri Centri, insieme al Ministero dell’Interno.

Nel corso della sua vista, il Prefetto Gradone, non ha mancato di incontrare i giovani ospiti e di scambiare con loro, collaborato dai Sindaci presenti, anche una partitella a calcio balilla.

La visita del Prefetto di Siracusa si è chiusa con un pranzo collettivo, di ospiti ed operatori delle strutture dell’accoglienza che fanno capo alle imprese sociali Passwork, Iris e Il Sole.

Print Friendly, PDF & Email