Stancheris: “oltre 1,3 milioni per l’accessibilità turistica; turismo unico assessorato regionale in graduatoria”

Palermo, 25 ott 2014 – “L’Assessorato al turismo della Regione Siciliana si è aggiudicata dal Ministero dell’Istruzione e dal dicastero per lo Sviluppo economico fondi per oltre 1,3 milioni di euro per l’avvio della trattativa pre-commerciale volta a finanziare un progetto per migliorare l’accessibilità turistica della Sicilia. ADAPTA, questo il nome del progetto, intende colmare un gap di innovazione tecnologica che, attualmente, limita le possibilità di esprimere il bisogno di viaggiare a una parte considerevole di clientela turistica. Fa particolarmente piacere – dichiara Michela Stancheris – prendere atto che l’Assessorato al turismo, sport e spettacolo sia l’unico assessorato regionale in graduatoria, al decimo posto con 84 punti rispetto a una graduatoria con 42 progetti finanziati”.
“Abbiamo creduto molto in questo bando perché ci avrebbe consentito finalmente di avviare un processo di grande innovazione tecnologica, presupposto essenziale per rilanciare gli investimenti nel settore. L’accessibilità – prosegue Michela Stancheris – è un fattore critico di successo troppo trascurato in Sicilia e già all’epoca del mio insediamento investii moltissimo su questa tematica. Oggi arrivano fondi che sono frutto di un lavoro di progettualità che ha coinvolto anche le università di Palermo, Messina e Catania, che ringrazio per la collaborazione e con cui condivido questo successo. Con grande orgoglio sottolineo che la Sicilia ha saputo esprimere una visione progettuale che viene premiata da questa graduatoria: sono molti i progetti finanziati e ciò testimonia che il lavoro svolto da questo Presidente e dal suo Governo per incentivare al massimo l’utilizzo di fondi nazionali ed europei sta dando i suoi frutti”.

“In questo momento di crisi politica è importante cogliere l’importanza della continuità e della stabilità, fattori imprescindibili per poter investire e programmare e per poi poter beneficiare dei risultati attesi. Un perenne e continuo mutamento degli interlocutori, dei centri decisionali, del personale che materialmente segue i progetti  non è produttivo. Il mercato, gli investitori e anche le controparti istituzionali vogliono stabilità. In un anno e mezzo di lavoro abbiamo aumentato la dotazione dell’Assessorato al turismo di oltre 10 milioni, sfruttando al massimo tutte le linee di finanziamento nazionali ed europee. I risultati iniziano ad arrivare, ma il meglio deve ancora venire. Che però fossimo sulla giusta strada lo dimostrano i risultati”.

“Nello specifico – spiega l’assessore regionale al turismo uscente – il software di elaborazione tridimensionale dei dati consentirà all’utente, attraverso una visualizzazione in realtà virtuale, di impostare i propri requisiti fisici e non, e di proiettarsi all’interno di una camera d’albergo, di un ristorante, di un museo o semplicemente di un percorso stradale o di un itinerario montano, acquisire con precisione e immediatezza elementi di valutazione personalmente rilevanti, e verificare con certezza la possibilità di entrare in un ascensore, di percorrere una rampa, di arrivare al rubinetto, di poter chiudere una finestra o accendere il climatizzatore, ma anche di mangiare secondo una dieta ipoproteica, per diabetici o per celiaci, verificare la presenza di panchine lungo un percorso a piedi o la presenza di personale qualificato di accoglienza in grado di parlare la propria lingua. A seguito di una profilazione multidimensionale, lungo la “navigazione” l’utente potrà vedere se stesso sul proprio computer, tablet o smartphone, o su stazioni mobili accessoriate, affrontare i punti ritenuti critici del percorso turistico, soffermandosi in particolare su uno o sull’altro per approfondire l’analisi, visualizzare e raccogliere dettagli, misure, strumenti per poter valutare consapevolmente le condizioni di accessibilità e fruibilità del contesto. Inoltre – conclude Michela Stancheris – il cliente potrà esprimere commenti che andranno a popolare un database che, elaborato e reso disponibile, avrà il duplice effetto di arricchire le informazioni rese all’utenza e di stimolare i gestori di strutture ad adeguarsi alle esigenze manifestate dal target individuato interessante per il proprio posizionamento strategico, installando soluzioni innovative di domotica e di smart building”.

Clicca qui per il provvedimento con graduatoria

Print Friendly, PDF & Email