Tavolo Regionale della rete Crescere al Sud – Sicilia orientale: “Tutelare i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nel Mezzogiorno”

Foto repertorio

CATANIA – Tutelare i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nel Mezzogiorno è l’obiettivo della Rete Crescere al Sud, un’alleanza tra operatori sociali e piccole e grandi organizzazioni promossa da Save the Children nel 2011 a Napoli, che oggi è luogo d’incontro tra le diverse realtà, nazionali e locali, che hanno deciso di mettere in comune le proprie esperienze, buone pratiche e competenze per denunciare la condizione di disagio dei minori nel Mezzogiorno e cercare di migliorarla.
Sostenere le politiche per l’infanzia e per l’educazione e promuovere il protagonismo dei giovani vuol dire sostenere il futuro della comunità. Con questo spirito si svolgerà mercoledì 11 febbraio il Tavolo Regionale della rete Crescere al Sud – Sicilia orientale a partire dalle ore 9.30 presso i locali del Polo Educativo Librino – Villa Fazio viale Sisinna, 1 Catania.
Durante l’incontro verranno presentati i dati relativi alla condizione dei minori in Italia, in Sicilia e a Catania a partire dalle analisi dell’ultima e nuova edizione dell’Atlante dell’Infanzia (a rischio) “Gli orizzonti del possibile – Bambini e ragazzi alla ricerca dello spazio perduto”.
Sarà presente il coordinatore della Rete Crescere al Sud, Matteo Rebesani ed hanno assicurato la loro presenza fra gli altri l’Assessore al Welfare del Comune di Catania Angelo Villari, il delegato del Sindaco per le politiche giovanili Pierangelo Spadaro e il Coordinatore della rete delle Associazioni del Comune di Catania Claudio Saita.
Per questa iniziativa è stata scelta Villa Fazio – che ospiterà l’incontro in collaborazione con la Fondazione Èbbene, la Cooperativa Mosaico e la Cooperativa Health&Senectus – un luogo che favorisce occasioni di dialogo e confronto tra giovani e adulti attraverso attività ludico-ricreative, sportive e socio-educative. Un Polo educativo che restituisce al territorio un Bene Comune usufruibile da giovani come punto di incontro nel quale crescere insieme. Uno strumento che promuove  la responsabilità sociale e previene fenomeni di dispersione scolastica.

Print Friendly, PDF & Email