Ultras Vittoria. Lo sport si è fermato ma la solidarietà non si ferma mai.

Vittoria 21/03/2020
“SIAMO QUELLO CHE FACCIAMO / Ultras Vittoria 1993 curva Sud TURI OTTONE”.

Comincia così il comunicato del gruppo Ultras di Vittoria, anche in onore di Salvatore Ottone, vittima incolpevole insieme a Rosario Salerno, della strage di mafia del bar Esso, del 2 gennaio del 1999.
Alle parole abbiamo sempre preferito i fatti. La grande tragedia che sta colpendo il nostro Paese, non può lasciare indifferenti chi, come noi, ha fatto della solidarietà, uno dei valori cardine del nostro agire. Per questo motivo abbiamo avviato una raccolta di fondi che destineremo agli ospedali della nostra provincia. Intanto abbiamo voluto dimostrare, a modo nostro, l’affetto e il sostegno, non solo morale, a tutto personale del comparto sanità, impegnato con coraggio e spirito di abnegazione, a combattere una guerra impari, anche per l’insufficienza di strutture attrezzate.
Siamo felici di avere intrapreso questa iniziativa, per dare il nostro modesto contributo agli uomini e alle donne, che si stanno prodigando ed esponendo, per cercare di aiutare la gente della nostra Italia, dimostrando ancora una volta, qualora ve ne fosse bisogno, che noi Ultras abbiamo un grande cuore.

Print Friendly, PDF & Email