Umberto Amato e la sua storia…

Vittoria. 21/02/2019 – Umberto Amato è un parrucchiere, uno dei più noti di Vittoria, ma non è solo un artista di acconciature maschili, è anche un trascinatore accattivante di tutti quelli che lo conoscono. La sua storia si perde nel tempo, se si considera che la sua attività, “allora come aiuto barbiere”, l’ha iniziata quando aveva poco meno di 8 anni. Una vita spesa per la sua passione travolgente, quella di “creare” acconciature semplici ma apprezzate. Ha lavorato persino in America, ma prima di questa avventura americana, tra un taglio e l’altro, tra una barba e uno shampoo, Amato è stato anche un apprezzato calciatore. In America, dopo avere vagato per l’Italia in cerca di un posto che appagasse la sua sete di crescita, lavorò presso un grande salone di proprietà del vittoriese Pippo Guastella. Una sala enorme come non ne aveva mai viste, basti immaginare che oltre al titolare, c’erano altri 12 addetti. Lì Umberto Amato, sempre alla ricerca di una affermazione nel campo e una crescente voglia di imparare per poi applicare quanto appreso sulle chiome dei clienti, si è fermato qualche anno, ma la voglia incredibile di tornare nella sua terra natia, lo assillava sempre. Fu così che decise di tornare in Italia. Dopo poco tempo, vuoi per le somme che aveva accumulato negli States, vuoi per altri lavori che realizzava in altre sale da barba, realizzò il sogno della sua vita: potere avere una sala da barba tutta sua. Si indebitò, ma il lavoro e la riconosciuta capacità in poco tempo gli hanno consentito di pagare tutti i creditori. A quel punto, pensò che finalmente poteva dedicarsi alla donna della sua Vita, Angela, la sua attuale moglie, e per lei fu spinto a partecipare ad una gara canora, esibendosi con una canzone dedicata al suo amore, la cui musica era stata scritta appositamente dal maestro, ormai scomparso, Carmelo Avolino. Umberto si classificò ai primi posti e conquistò il cuore dei vittoriesi, ma soprattutto il cuore della sua Angela. Da lì a poco si sposò e decise di fare l’esperienza sua, il viaggio in America, con la sua compagna di vita. Voleva persino trasferirsi definitivamente negli Stati Uniti, per questo affidò la gestione della sala da barba al suo collaboratore Luigi Saddemi, ma dopo qualche mese, tornò a Vittoria dove vive ancora e lavora. Umberto e Angela hanno una splendida figlia, Valeria, che ha coronato il sogno dei genitori, laureandosi a pieni voti, già nel 2003.
Adesso Umberto Amato, ha raccolto in un piccolo libro la storia della sua vita, che ha donato e continua a donare agli amici e a quanti lo conoscono.
Onore al merito, per un uomo che si è fatto da solo.

Print Friendly, PDF & Email