UNCEM: “Salviamo la biblioteca Gianni Oberto a Ceresole”

Uncem si unisce all’appello dell’Associazione Amici del Gran Paradiso per salvare e rilanciare le attività culturali della Biblioteca di Ceresole Reale, in Valle Orco (TO), intitolata a Gianni Oberto.

È immutata – da parte della Giunta e del Consiglio Uncem, con tutti gli Amministratori locali delle terre alte piemontesi – la stima e la memoria dell’Avvocato eporediese, già Presidente della Regione, del Consiglio regionale, della Provincia di Torino, del Parco Gran Paradiso. Un uomo che ha sempre creduto nello sviluppo del territorio: ideatore del Salone della Montagna è stato vicepresidente nazionale Uncem dal 1956 al 1970 (e Consigliere nazionale fin dal 1954, in occasione del primo congresso, sino al 1975).

“È una grande figura, un pilastro per Uncem – commenta il presidente della Delegazione piemontese, Lido Riba – Gran parte della sua biblioteca, oggi custodita a Ceresole, è certamente una risorsa importantissima. Sono convinto serva un’opera di valorizzazione e promozione della quale parlerò nei prossimi giorni al Presidente Chiamparino e all’Assessora regionale alla Cultura Antonella Parigi, oltre che alla Sindaca della Città metropolitana, Chiara Appendino”.

La biblioteca, nata nel 1999, oggi apre solo agli iscritti dell’Associazione Amici del Gran Paradiso. “Potrebbe essere l’Unione montana ad avviare con il Comune e l’Associazione, d’intesa con la Regione, un bel lavoro di valorizzazione – prosegue Riba – Molto positivo è stato il Festival Gran Paradiso 460, realizzato a Ceresole e nei locali attinenti la biblioteca negli ultimi due mesi. Uncem potrà maggiormente collaborare con gli organizzatori. Per quanto riguarda la biblioteca, per i volumi più ricchi di note personali e per altra importante documentazione di Oberto potremmo immaginare un progetto di digitalizzazione per rendere disponibile e fruibile agevolmente il materiale. Non servono grandi cifre. In un recente convegno dell’Ordine degli Avvocati di Ivrea, al quale sono stato invitato, la figura del Presidente Oberto è stata efficacemente ricordata e la sua testimonianza, il suo impegno, sono attualissimi. Nei suoi valori e nel credere fortemente allo sviluppo della montagna vi è un monito per la politica oggi. Il suo impegno per la montagna non può essere dimenticato. Come Uncem faremo il possibile, in primo luogo sensibilizzando istituzioni e fondazioni per rilanciare le attività della biblioteca Gianni Oberto di Ceresole Reale”.

Print Friendly, PDF & Email