Unicredit e chiusura agenzie. Sale la tensione ad Agrigento: La FABI: “assurda la chiusura di Sciacca Noceto”

Riceviamo e pubblichiamo la nota della FABI di Agrigento nella quale il Segretario
Camillo Bongiovì, senza peli sulla lingua, esprime tutto il malcontento del sindacato
contro i provvedimenti adottati da Unicredit che risultano eccessivamente penalizzanti
per il territorio agrigentino ed in particolare per la gloriosa città di Sciacca.
Ecco la nota della FABI di Agrigento:

“Si porta a conoscenza di codeste redazioni giornalistiche che la Direzione
Unicredit ha ufficialmente comunicato la chiusura il 22 maggio 2017
dell’Agenzia di Sciacca Noceto sita a Sciacca in Piazza G.Noceto,
“S.Michele”.
La segreteria Provinciale FABI esprime il proprio disappunto per questa
chiusura che, inevitabilmente, porterà disagi e complicazioni a tutta la
popolazione residente nel popoloso quartiere di S.Michele.
L’Agenzia di Piazza Noceto è la filiale più antica di Sciacca ed è da sempre
radicata nel territorio. Esprimiamo tutti i nostri dubbi per una scelta insensata
e slegata ai bisogni dell’utenza, composta in massima parte da anziani e dal
mondo agricolo saccense.
Auspichiamo in tal senso un ripensamento dell’Azienda e, come
Organizzazione Sindacale con il maggior numero di iscritti a livello
Nazionale,coinvolgeremo i nostri maggiori rappresentanti per cercare un
confronto con i vertici Aziendali”
Nella foto Bongiovì a sinistra durante i lavori dell’ultimo Congresso della FABI di Agrigento

Print Friendly, PDF & Email