UNICREDIT: LA DOMINAZIONE FRANCESE CHE MASSACRA I LAVORATORI

Il buon giorno si vede dal mattino. In Unicredit il modo di fare del nuovo Amministratore Delegato Jean-Pierre Mustier -nella foto TRATTA DA FORMICHE NET- si è già visto con la presentazione del nuovo piano industriale che rappresenta un vero massacro per i lavoratori.
Questo nuovo luminare della finanza anziché fare tesoro dei suggerimenti gratuiti dati dalle Organizzazioni Sindacali e in particolare dal Segretario Generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, che prevedono nuovi mestieri per i bancari attraverso un creando modello organizzativo che ne sviluppi l’attività, cosa fa?
Il Signor Mustier mette in esecuzione un piano che prevede tagli su tagli di personale, di agenzie e cessioni di rami d’azienda che comportano stati di preoccupazione e di precarietà per i lavoratori interessati.
I numeri che hanno la testa dura prevedono:
6.500 ulteriori esuberi dichiarati, 3.900 gli ulteriori esuberi nel perimetro Italia, 14.000 posti di lavoro tagliati entro il 2019, 21% di riduzione del personale in Italia a fine piano. Il risparmio per l’Azienda a questo punto sarebbe di un miliardo e cento milioni di euro per la riduzione dei costi del personale e un miliardo e settecentomilioni di euro per la riduzione dei costi complessivi.
In Italia si chiuderebbero 550 ulteriori filiali.
E come se non bastasse verrebbero chiesti ai lavoratori ulteriori sacrifici mentre non è noto se avverrà la moralizzazione per i redditi milionari o quasi dei manager.
Niente politica economica di sviluppo ma cessioni di gioielli di famiglia com’è avvenuto recentemente con l’Azienda redditizia Pioneir. C’è preoccupazione tra i lavoratori del Credito su pegno perché negli ultimi giorni sono arrivati in Italia e anche nella nostra isola operatori finanziari austriaci che hanno visitato gli Uffici Credito su Pegno. Ci si chiede: come mai? Mustier sta cedendo anche quest’attività?
E i sindacati come mai non vengono informati? Unicredit gioca al nascondino.
E questo nascondino riguarda anche l’assetto societario di Unicredit Group? Alcuni Organi di stampa ben informati ne hanno parlato nei giorni scorsi. I francesi stanno aggredendo per conquistarle le Società di telecomunicazioni e in particolare quella berlusconiana di Mediaset ma sembrerebbe che un’attenzione particolare la stiano rivolgendo alla conquista di Unicredit Group e ciò verrebbe facilitata dal fatto che nel predetto gruppo c’è una Personalità che ci fa ricordare il famoso “cavallo di troia”?
E i lavoratori staranno a guardare ed essere massacrati?

Print Friendly, PDF & Email