Valorizzazione e gestione Villa Penna a Scicli. Interrogazione del consigliere Vincenzo Giannone

Riceviamo e pubblichiamo 

Un’interrogazione consiliare per conoscere la volontà dell’amministrazione comunale in merito alla concessione in uso di Villa Penna di proprietà del Comune di Scicli.  E’ quella da me presentata considerato che la valorizzazione dei beni di proprietà comunale costituiscono un maggior input per l’immagine della città e per lo sviluppo dell’economia in generale.

L’immobile in questione, infatti, come detto è  di proprietà comunale ed è costituito da un’area destinata a giardino con bagni pubblici completamente recintata e  da un fabbricato   (ex convento cappuccini)  ancora privo di destinazione specifica. La struttura a suo tempo per mancanza di fondi non è stata arredata come sarebbe stato opportuno con panchine , bambinopoli , parchi , chiosco , verde  per cui ritengo opportuno, al fine di ottimizzare la fruizione della Villa Comunale attraverso la creazione di servizi , organizzazione di vari eventi culturali , artistici e di animazione, dare in concessione l’area esterna della Villa Penna.

Questa mia richiesta scaturisce anche dalle evidenti difficoltà che l’ente comunale ha riscontrato in questi anni per la gestione della Villa in quanto in molti giorni dell’anno risulta chiusa e non fruibile ai tanti cittadini e turisti. Quindi una possibile gestione  esterna della Villa Penna con la creazione di un Chiosco Bar potrebbe diventare motivo di interesse per tante aziende e giovani in cerca di uno sbocco occupazionale.

Ho quindi chiesto al Sindaco di  procedere alla gestione esterna ( tipo Cinema Italia o Siti Comunali) utilizzando il lavoro procedurale già espletato dai funzionari comunali, già avviato nel 2010 per la progettazione di completamento dell’arredo della villa  ivi compreso la progettazione di un Chiosco in stile, per indire un bando che consentirebbe in tempi brevissimi l’affidamento della gestione.

Print Friendly, PDF & Email