Varchi provinciali. Sarà ridotta l’aliquota del canone

Grazie ad una variazione nel regolamento dei varchi sui fondi rustici. Canone più basso rispetto agli altri usi. Il sindaco e le categorie all’ex provincia regionale

Modica, 16 dicembre 2015 – I varchi stradali di accesso ai fondi rustici saranno disciplinati con un’aliquota inferiore rispetto a quelli che consentono l’accesso a quelli che immettono in luoghi residenziali o commerciali

Questa è la disponibilità a modificare l’articolo del regolamento in vigore dal 2012 che disciplina il canone dei varchi sulle strade provinciali, assunta stamani nella sede del Libero Consorzio comunale di Ragusa, ex Provincia regionale, dal dirigente del settore viabilità, ing. Carlo Sinatra.

Il dirigente ha incontrato, questa mattina, il sindaco di Modica, Ignazio Abbate, alla presenza del direttore della Coldiretti di Modica, Franco Savarino, del segretario della sezione Unsic di Modica, Agatino Antoci e il consigliere comunale, Mario Abbate che nei fatti hanno avanzato la proposta di una modifica delle aliquote a beneficio dei varchi che immettono nei fondi rustici.

Sono circa seimila i varchi esistenti (solo duemila quelli al momento censiti e altri duemila saranno censiti da qui a quattro anni) sulle strade provinciali.

“L’impegno assunto questa mattina, commenta il sindaco Abbate, è un fatto positivo per quanti beneficiano di un varco su un fondo rustico che si vedranno ridotta l’aliquota di un canone che non è indifferente. Questa soluzione, una volta concretizzata, riguarderà l’intero territorio provinciale e quindi realtà importanti non solo nella nostra città ma anche nel territorio di altri centri della provincia”.

Print Friendly, PDF & Email