Vittoria. Il Comune parte civile nel processo ai Casalesi

VITTORIA – Il comune di Vittoria si è costituito parte civile nel processo a carico di Francesco Militello, presunto affiliato al clan dei Casalesi, che dal 2010 al 2014 avrebbe imposto la gestione del trasporto di ortofrutta nei mercati del sud Italia alle ditte che facevano riferimento al clan campano.
Il sindaco, Giovanni Moscato, ha conferito il mandato di rappresentare l’ente di via Bixio all’avvocato vittoriese Giovanni Mangione. A Militello, niscemese di 49 anni, il Comune chiederà un risarcimento di un milione di euro.
“Chiunque cerca di influenzare le dinamiche del mercato ortofrutticolo – dichiara il sindaco – sarà da noi duramente combattuto. Vogliamo risollevare l’immagine della città e della sua struttura mercatale e per questo ci siamo costituiti parte civile contro alcuni affiliati al clan dei Casalesi. Il nostro è un atto giudiziario dal valore altamente simbolico per dire no alle infiltrazioni mafiose e per difendere i produttori, gli operatori del mercato e la nostra agricoltura”.

Print Friendly, PDF & Email