Vittoria, Mercatino settimanale, Terranova sorprende 5 parcheggiatori abusivi, interviene Polizia Municipale

Vittoria, 26 ottobre 2015 – Riccardo Terranova ritorna sul problema dei parcheggiatori abusi al mercatino del sabato presso la fiera EMAIA. Ci ritorna scrivendo una lettera al Sindaco Nicosia in cui spiega che durante un sopralluogo insieme al personale di polizia municpale erano presenti diversi parcheggiatori abusi. Riportiamo integralmente la lettera di Terranova:

Facendo seguito alla mia nota precedentemente inviatale in data 19 ottobre u.s. (che ad ogni buon fine allego) riguardante la tematica dei parcheggiatori abusivi operanti all’interno dell’area comunale del Campo di concentramento, si comunica che sabato mattino 24 ottobre u.s., unitamente ad alcuni militanti, ho effettuato un sopralluogo presso i parcheggi di detta struttura ed ho appurato la presenza di almeno cinque pacheggiatori abusivi che svolgevano la loro a ”attività” alla luce del sole, con disinvoltura e sicurezza e, dunque, indisturbati.
Da ulteriore verifica, anche parcheggiando alcuni automezzi, è emerso che detti parcheggiatori hanno oramai pianificato ed affinato la “tecnica e la professione” estendendo la riscossione del “tributo” anche ai parcheggi antistanti la ex Caserma dei VV.F., sempre all’interno della recinzione del demanio comunale di che trattasi.
A seguito di tali fatti ho provveduto a richiedere l’intervento della Polizia Municipale. Alla vista delle tre Pattuglie intervenute i parcheggiatori, ovviamente, hanno pensato bene di dileguarsi.
Morale. Poiché non posso assicurarle costantemente la mia presenza al fine di effettuare analoghe attività ogni sabato, le rivolgo il cortese invito a voler provvedere in merito, a meno che non mi chieda espressamente di mettere ulteriomente a repentaglio la mia incolumità fisica.
Per quanto vorrà fare, la ringrazio fin d’ora, anche a nome delle tantissime persone che, dopo aver pagato l’obolo, hanno assistito alla scena e mi hanno incaricato di “ringraziarla” per non essersi adoperato, o se lo ha fatto, il risultato appare prossimo allo zero.

Print Friendly, PDF & Email