Vittoria. Pac prima infanzia, il 16 febbraio scade il termine per la presentazione delle istanze

VITTORIA – È stato pubblicato all’Albo pretorio del Comune l’avviso pubblico per il riconoscimento del voucher da utilizzare per la riduzione delle rette degli asili nido (nido e micro-nido). Questo il testo del bando:
“Il Buono di Servizio o Voucher consiste in un riconoscimento economico utilizzabile per la riduzione delle rette a carico delle famiglie che usufruiscono dei servizi della prima infanzia (nidi e micronidi), determinato in relazione all’ Isee del richiedente. Il voucher è utilizzabile unicamente presso le Strutture accreditate nel Distretto D43, per i servizi di prima infanzia, finanziati con fondi del piano di azione e coesione nazionale (pac)-infanzia, giusto avviso pubblico del 16/12/2014. Destinatari: I genitori ( tutori/affidatari) di bambini di età compresa tra 0-36 mesi che abbiano i seguenti requisiti: Residenza in uno dei Comuni appartenenti al Distretto D43 ( Vittoria- Comiso). Indicatore Isee riferito all’anno 2013 non superiore ad €. 36.201,00 come da tariffe Asilo Nido  Comunale di Vittoria stabilite con Del.  di G.M. n. 615 del 30 dicembre 2014. I beneficiari non potranno usufruire di altre forme di contributo per lo stesso servizio erogati dal Distretto D43. Il buono di servizio non è trasferibile, né cedibile a persone diverse dal beneficiario, né in alcun modo monetizzabile. Il voucher è utilizzabile unicamente presso le Strutture accreditate nel Distretto D43, per i servizi di prima infanzia, finanziati con fondi del piano di azione e coesione nazionale (pac)-infanzia, giusto avviso pubblico del 16/12/2014. I buoni saranno erogati ai soggetti utilmente collocati in graduatoria, fino alla concorrenza delle risorse disponibili e secondo le modalità di compartecipazione ai sensi della Del. G.C. n. 615 del 30/12/2014; in caso di soggetti beneficiari posti in pari posizione, si farà riferimento ai criteri relativi all’ammissione all’Asilo Nido Comunale, art. 6 Del.C.C. n. 168/2003.
I cittadini extracomunitari devono essere titolari di permesso di soggiorno di durata non inferiore ad un anno come previsto dall’art. 41 D.Lgs 25/07/98 n. 286 e ss.mm.ii. Importo del buono: L’importo del buono sarà quantificato al netto di una quota di compartecipazione secondo le fasce reddituali Isee, come da D.G.C. citata ed avrà l’ammontare massimo di €.270,00.
Cause di decadenza: la cessazione del buono decorre dal mese successivo al verificarsi di una delle seguenti cause di decadenza: a) assenza ingiustificata dal servizio per la prima infanzia per un periodo superiore a trenta giorni continuativi; b) trasferimento della residenza in altro Comune; c) sottoscrizione di dichiarazione false o mendaci risultate dai controlli effettuati; d) rinuncia al servizio per volontà della famiglia. Dove e quando presentare la domanda: I genitori interessati possono presentare domanda entro il 16 Febbraio 2015 compilando apposito modulo disponibile sul sito del Comune capofila all’indirizzo www.comunevittoria.gov.it., presso l’Ufficio di Protocollo dei Comuni di residenza: Comune di Vittoria, via Palestro ang. via Bari, dalle 9.00 alle 13,00; Comune di Comiso, via Canonico Flaccavento , dalle 9.00 alle 13,00. Non farà fede il timbro postale nel caso di spedizione via posta ma esclusivamente la data di ingresso al protocollo dell’Ente accettante. Per qualsiasi tipo di informazioni e/o chiarimenti si può contattare il Comune di Vittoria, Capofila Distretto Socio-Sanitario D/43, Direzione Servizi Sociali – Via San Martino n. 141 – 97019 Vittoria tel. 0932/514428 fax 0932/514491.
“E’ l’iter conclusivo – dichiara l’assessore alle Politiche sociali, Francesco Cannizzo – perché finalmente si possa avviare il finanziamento di oltre ottocentomila euro, a valere sui fondi Pac infanzia. Si concretizzano in tal modo le azioni intraprese dal settore Servizi sociali del Comune in termini di servizi alla cittadinanza e, in questo caso, alle famiglie con bambini di età da zero a 36 mesi. L’amministrazione comunale dimostra, ancora una volta, di essere attenta alle esigenze delle famiglie, che grazie a questo finanziamento, potranno ottenere un risparmio sul bilancio familiare”.

Print Friendly, PDF & Email