Vittoria. Riordino rete ospedaliera, il sindaco: “Approvata in giunta una proposta a difesa del territorio”

VITTORIA – E’ stata approvata dalla Giunta municipale una delibera contente una proposta di miglioramento al decreto regionale 15 del 14/4/17 relativo al riordino della rete ospedaliera siciliana.
“La tutela dei Vittoriesi, del nostro ospedale e delle professionalità presenti – dichiara il sindaco – è un elemento imprescindibile e per questo motivo abbiamo approvato in giunta una proposta migliorativa al piano di rete ospedaliera. Non possiamo accettare un piano calato dall’alto e abbiamo sottolineato con forza, in tutte le sedi, le esigenze della città. L’ospedale di Vittoria, pur riconosciuto nel piano come spoke, ha avuto infatti delle penalizzazioni inaccettabili e per questo motivo abbiamo deliberato in giunta una proposta migliorativa a seguito di un articolato confronto con le professionalità del settore. Il nostro territorio non può essere mortificato e abbiamo chiesto con forza l’incremento di due posti letto in day hospital per la Medicina, di 8 posti letto per la Neurologia e di 4 per la Cardiologia. Inoltre abbiamo chiesto l’aumento di 4 posti per il reparto di Oculistica (2 day hospital e 2 di lungodegenza).
Proprio il reparto di Oculistica rappresenta uno dei fiori all’occhiello del nostro nosocomio con numeri di ingressi, di interventi e di prestazioni ambulatoriali rilevanti. Di conseguenza abbiamo chiesto l’attivazione dell’unità complessa di Oculistica. Per quanto concerne Scoglitti si deve mantenere il presidio PTE per una migliore gestione dell’emergenza. Infine Vittoria risulta essere l’unico grande centro della provincia ad essere sprovvisto di ambulanza medicalizzata: un vero e proprio controsenso. Quindi abbiamo avanzato con forza la richiesta di una ambulanza medicalizzata (MSA) perché è inconcepibile lasciare il nostro territorio, vasto e articolato, senza questo prezioso strumento in grado di salvare vite umane. Continueremo questa battaglia a difesa della sanità e della salute dei cittadini in tutte le forme e i modi opportuni senza fermarci e cercando di migliorare il piano di rete proposto”.

Print Friendly