Vittoria. Sospensione aste giudiziarie, Di Falco risponde al M5S

VITTORIA – Il presidente del Consiglio comunale, Salvatore Di Falco, risponde ai rappresentanti del Movimento 5 Stelle di Vittoria a proposito della mozione sulla sospensione delle aste giudiziarie.
“Già nella seduta del 23 settembre 2014 – afferma Di Falco – il Consiglio comunale ha deliberato un ordine del giorno, il n.80, del quale sono stato il primo firmatario e con il quale sono state richieste al Governo l’istituzione di una moratoria di dodici mesi che preveda la sospensione di tutte le aste giudiziarie e delle procedure di sfratto e la costituzione di un gruppo di lavoro ministeriale che porti alla redazione di un disegno di legge in cui si preveda un fondo nazionale di rotazione, al fine di garantire e/o pagare ai creditori aventi diritto i fondi dovuti dal debitore insolvente e di concedere a quest’ultimo il tempo necessario per poter vendere correttamente sul mercato i beni pignorati e, in caso di sfratto, di potere trovare soluzioni abitative anche con l’aiuto degli Enti locali. Questo ordine del giorno è stato condiviso dalla Consulta dei presidenti dei Consigli comunali della ex Provincia di Ragusa e la delibera è stata inviata, con una mia lettera del 10 ottobre 2014, ai senatori e deputati nazionali, al presidente della Regione, ai deputati regionali ed ai sindaci e ai presidenti dei Consigli comunali della provincia e ed anche dei comuni di Niscemi, Licata, Caltagirone, Grammichele, Vizzini, Mazzarrone, Pachino, Lentini, Licodia Eubea e Mirabella Imbaccari”.

Print Friendly, PDF & Email