28 Novembre 2021

ITALREPORT

Quotidiano on-line

Chi Ama Santa Croce: “I pompieri di laggiù”

2 min read

Riceviamo e pubblichiamo.

Il principio di incendio durante l’uscita del simulacro del Santo Patrono ci ha riportato alla mente la vicenda dei “Pompieri di laggiù“, quelli della struttura giù in circonvallazione Pezza dove la Caserma dei Pompieri, illuminata a giorno e con i servizi in perfetto ordine, attende solo di essere riutilizzata.

E per noi che siamo curiosi è bastato un veloce salto indietro nel web ( santacroce web del16/7/2017 ) per renderci conto che il nostro Sindaco inseguito dai mille impegni istituzionali continua ad avere vuoti di memoria.

Dopo aver dimenticato (allora Presidente del Consiglio Comunale) di avere portato in aula e votato una spiaggia per cani e gatti sul litorale di Casuzze, ha dimenticato anche anche gli impegni presi un anno fa in occasione della chiusura dell’indispensabile presidio che con circa 700 interventi l’anno garantiva un servizio non solo al nostro comune, dando ai nostri cittadini una apprezzabile sensazione di sicurezza, ma anche ai comuni viciniori. Servizio pagato con i soldi dei “santacruciari” che, come risulta da fonti ben informate, ancora continuano a pagare 17.500 euro l’anno – sudore dei cittadini – a cui vanno aggiunti spese per acqua e corrente elettrica.

Ricordiamo allo “smemorato” che nel nostro territorio continuano a esistere numerose aziende agricole e turistiche e il tempismo con cui quei professionisti riuscivano a intervenire erano apprezzate e trasmettevano una sensazione di sicurezza.

A proposito di sicurezza, dov’è finito l’Assessore alla sicurezza che con tanta sicurezza in campagna elettorale garantiva miracoli?

Non essendo materia di competenza del Comune (cappiddazzu paia e basta) non rimane che ricordare le dichiarazioni pubbliche relative ad un intervento ”presso la Deputazione iblea, la Prefettura e il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco per chiedere spiegazioni e trovare una soluzione condivisa”.

Attendiamo ancora la la soluzione condivisa ma non condividiamo che si continui a sciupare denaro per mantenere in perfetta efficienza una struttura inutilizzata. Nessun padre di famiglia lo farebbe.

 

Chi Ama Santa Croce

Print Friendly, PDF & Email
Please follow and like us:
Copyright ITALREPORT © All rights reserved - ItalReport è edito in Italia, iscritto nell’elenco stampa del Tribunale di Ragusa con il numero 03 del 2014 e ha come Direttore Responsabile Giovanni Di Gennaro. Per qualsiasi segnalazione, abuso o correzione di articoli contattaci: redazione@italreport.it | Newsphere by AF themes.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Follow by Email
LinkedIn
Share