Abbasanta. Furti utilizzando telecomando jammer emp: Sgominata banda di ladri

Al termine di una congiunta attività investigativa, condotta dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ghilarza (OR) e dalla Stazione dei carabinieri di Abbasanta (OR), sono stati individuati i componenti di una banda dedita a commettere furti utilizzando un telecomando “JAMMER EMP” che generando delle onde elettromagnetiche era in grado di disinibire il sistema meccanico di ritenuta del denaro contenuto nei cambiamonete automatici facendo fuoriuscire tutte le monete presenti nella cassa.
I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ghilarza (OR), tra il 2014 e il 2015, avevano rilevato otto casi di furto senza scasso ai danni di due esercizi commerciali del Guilcer con un complessivo danno di circa tremila euro non assicurato.
I carabinieri, dopo due anni di indagini, sono giunti alla individuazione dei presunti responsabili di almeno tre casi di furto. Si tratta di due giovani operai di Bortigali (NU) uno 27enne e l’altro 29enne che sono stati, così, denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Oristano poiché ritenuti responsabili di furto aggravato e continuato. Nel corso dell’attività investigativa è stato anche rinvenuto e sequestrato il generatore “JAMMER EMP”.
I ladri erano soliti, dopo aver parcheggiato l’autovettura nei pressi dell’esercizio da colpire, avvicinarsi alla cassa cambiamonete, e dopo aver attivato lo strumento elettronico ne svuotavano il contenuto allontanandosi senza destare sospetti. Preziose sono state le immagini ad alta qualità dell’impianto di videosorveglianza a circuito chiuso installato in uno dei due esercizi pubblici e la fiducia riposta nell’Arma dei carabinieri.

Print Friendly, PDF & Email