Acate. Il presidente del consiglio comunale, Gianfranco Ciriacono, esprime solidarietà, “a titolo personale”, a Riccardo Zingaro.

Redazione Due, Acate (Rg), 21 novembre 2019.- Dopo i vari attestati di solidarietà nei confronti di Riccardo Zingaro da parte di amici, Associazioni e partiti politici, è arrivata la prima voce da parte delle Istituzioni. In una nota, infatti, il presidente del consiglio comunale, Gianfranco Ciriacono, ha espresso tutta la “sua vicinanza e solidarietà” nei confronti dell’amico Riccardo Zingaro.  Un documento che però ha lasciato un po perplessi i lettori. Nonostante, infatti, sia stato stilato su carta intestata del Comune di Acate, con tanto di timbro comunale finale, parla solo a “titolo personale”.  Un documento del presidente del consiglio comunale avrebbe dovuto, infatti, contenere frasi del tipo, “a nome mio e di tutti i colleghi consiglieri che rappresento” o altro, invece, il dottor Ciriacono, parla solo a titolo personale anche se, “su carta intestata del Comune”, quasi a lasciare intendere di, “voler prendere le distanze”. Ma questa è solo una supposizione o, illazione. Ma veniamo al documento. “Il fumo nero, denso ed acre- si legge nella nota- non deve oscurare il sole della nostra comunità. E’ un atto doloso, inquietante e grave, quello attuato contro l’auto di Riccardo Zingaro, cittadino che si è speso nelle sue battaglie di legalità e di rispetto dell’ambiente. Una azione delinquenziale in piena regola che colpisce non soltanto un nostro concittadino ma tutta l’Amministrazione Comunale che lavora per migliorare la città. A nome mio voglio esprimere solidarietà al cittadino Riccardo e vicinanza all’intera famiglia. Sono profondamente costernato per quanto accaduto, ora la magistratura indaghi su possibili legami tra l’incendio doloso avvenuto ieri sera e l’attività di denuncia fatta quotidianamente dal nostro concittadino. All’amico Riccardo, al quale va tutta la mia vicinanza, dico di non scoraggiarsi e di proseguire nel suo impegno al servizio della gente con immutata motivazione”.

Print Friendly, PDF & Email