Acate, Quattro interventi della Polizia del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Vittoria.

Acate, 16 febbraio 2015.- Contrada Macconi e Marina di Acate sono stati teatro di fatti delittuosi in questo fine settimana e richiesto ben quattro interventi delle Volanti della Polizia di Vittoria.

Il primo è avvenuto sabato mattina quando da Marina di Acate è giunta la segnalazione da parte di un signore che in via delle Conchiglie aveva notato un’autovettura sospetta in sosta. La Volante si recava sul posto ed accertava che il veicolo era di proprietà di un uomo di Grammichele e che non c’era alcuna anomalia. Sabato notte è per la segnalazione di un furgone in fiamme sulla strada statale 115 che Polizia e Vigili del Fuoco, ciascuno per le proprie competenze, sono  intervenuti. Si è accertato che il furgone era stato rubato poco prima dall’interno di un’azienda agrituristica di Scicli. Sono in corso gli accertamenti volti a ricostruire il fatto ed individuare gli autori. Probabilmente il veicolo è servito per commettere qualche altro delitto e dato alle fiamme per occultare le tracce. E’ andato quasi completamente distrutto. Nella giornata di domenica sono stati invece degli anziani signori a richiedere la Polizia poiché recandosi presso la loro casa estiva a Marina di Acate, si sono accorti che era andata distrutta dalle fiamme. Anche stavolta con l’ausilio dei Vigili del Fuoco si è accertato che le fiamme avevano divorato tutto già da diversi giorni. Le fiamme hanno danneggiato la struttura in cemento che è stata dichiarata inagibile. Tutto il nucleo familiare è stato ascoltato in Commissariato per diverse ore e la situazione è seguita con particolare attenzione. Infine a tarda sera di ieri le Volanti sono intervenute presso il pronto soccorso dell’ospedale di Vittoria dove erano giunti due tunisini di 27 e 26 anni che recavano ferite escoriate alla testa ed uno di loro un taglio al braccio dx. Riferivano che erano stati aggrediti da loro connazionali ubriachi a Marina di Acate. Sulla scorta delle loro testimonianze si stanno individuando gli autori.

 

Print Friendly, PDF & Email