Aeroporto Comiso. Denunciato perché si stava imbarcando con un grosso coltello nel bagaglio

AEROPORTO COMISO – Continuano con notevole attenzione i controlli su tutti i passeggeri in partenza dallo scalo PIO LA TORRE di Comiso.

Considerato il periodo di allerta presso gli scali aeroportuali non diminuisce la concentrazione degli uomini impiegati nell’attività di vigilanza aeroportuale sia della Polizia di Stato che dell’ente gestore.

In concomitanza di un volo in partenza per Francoforte lo scorso 03 febbraio, l’attenzione delle guardie giurate in servizio ai varchi di accesso in aerea sterile dell’aeroporto è stata attirata da un bagaglio a mano nel quale sembrava esserci presente un oggetto vietato.

Veniva immediatamente chiesto l’intervento degli agenti di Polizia di Stato, sempre presenti durante le operazioni di controllo effettuate dalla guardie giurate della SOACO, i quali provvedevano a fermare la persona che aveva il bagaglio inquisito e alla presenza dello stesso effettuavano una accurata perquisizione.

Dal controllo veniva evidenziato che con un maldestro tentativo di occultamento era presente nel bagaglio a mano un lungo coltello di genere vietato che l’uomo, VS del 1994 di Caltanissetta, stava tentando di imbarcare sul volo.

Il coltello presente nel bagaglio a mano era esattamente occultato in una tasca esterna presente vicino la maniglia e sarebbe potuto essere prelevato dall’indagato senza alcun problema durante il volo essendo nella immediata disponibilità.

L’uomo è stato pertanto portato negli uffici di Polizia dell’aeroporto, sottoposto a perquisizione e denunciato in stato di liberta all’AG per porto abusivo di arma di genere vietato.

Ancora una volta la collaborazione con la società di gestione ed in particolare con la SOACO security ha permesso di rinvenire e sequestrare una arma che V.S. tentava di portare in area considerata sterile prima e a bordo di un aeromobile poi.

Print Friendly, PDF & Email