Alessandria. Furti di ferri chirurgici, strumenti, dispositivi medici e specialità medicinali

Arresti e perquisizioni a carico di medici e infermieri dell’ospedale civile di asti

Oggi Carabinieri del N.A.S. di Alessandria, collaborati dai militari dell’Arma territoriale, hanno eseguito 5 ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari e 8 decreti di perquisizione locale e personale emessi dall’ufficio GIP del Tribunale di Asti, a seguito di richiesta avanzata dalla locale Procura della Repubblica presso il Tribunale di Asti, Sostituto Procuratore della Repubblica dr.ssa Donatella MASIA, che ha coordinato le attività e ha condiviso le ipotesi investigative formulate dal NAS di Alessandria.
L’indagine, avviata nel decorso mese di novembre, si inserisce nelle attività istituzionali della Specialità svolte nell’ambito dell’esercizio dei compiti di vigilanza e repressione delle attività illecite in materia sanitaria. L’attività investigativa vede coinvolti medici e infermieri dell’Ospedale Civile “Cardinal Massaia” di Asti, ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di peculato, furto aggravato e truffa ai danni del Servizio sanitario nazionale, commessi all’interno della U.O. di Otorino Laringoiatria, per un danno al momento quantificato in circa 10.000 euro.
Sono stati puntualmente riscontrati diffusi e reiterati furti di materiale sanitario tra cui strumenti chirurgici, dispositivi medici e specialità medicinali ad uso esclusivo ospedaliero che, successivamente, venivano impiegati presso gli studi medici privati dei professionisti coinvolti, l’utilizzo illecito e per fini privati di ambulatori di proprietà dell’Ente pubblico nonchè l’indebita riscossione di denaro per i pagamenti delle visite ambulatoriali.

Print Friendly, PDF & Email