Arrestato pakistano all’interno del Cara di Mineo per violenza sessuale

CALTAGIRONE – Ieri, personale del Commissariato di P.S. di Caltagirone unitamente a personale della Questura di Rimini, aggregato al C.A.R.A di Mineo, ha proceduto all’arresto in flagranza del cittadino pakistano MUSHTAQ Mubashar, (classe 1984), domiciliato al C.A.R.A. di Mineo, per violenza sessuale, nei confronti di una cittadina nigeriana, domiciliata al C.A.R.A. di Mineo.
L’attività investigativa trae spunto dalla denuncia sporta della vittima presso il Posto di Polizia del predetto Centro. La giovane donna ha dichiarato di essere stata oggetto di violenza sessuale da parte del predetto MUSHTAQ Mubashar, il quale dopo aver divelto la porta d’ingresso dell’alloggio della vittima, l’ha schiaffeggiato e denudandola ha abusato di lei.
L’energumeno, ha desistito dal compiere l’atto predeterminato, solo dopo l’intervento di un inquilino che rientrando in quell’abitazione per raggiungere la sua stanza, è stato attratto dalle urla della malcapitata e, andando in suo aiuto le ha tolto di dosso il MUSHTAQ e di peso lo ha trascinato all’esterno dello stabile, luogo in cui si era consumato l’abuso sessuale.
Stante gli indizi di colpevolezza delineati, poiché è plausibile ritenere che è attuale il pericolo che l’arrestato commetta altri delitti della stessa specie e stante la gravità dei fatti addebitati all’arrestato, il P.M. di turno della locale Procura della Repubblica ha espresso parere favorevole al suo arresto.

Print Friendly, PDF & Email