Arrestato per violenza sessuale. Vittima un’anziana in casa di riposo

ROERO – I carabinieri della Compagnia di Bra hanno arrestato in flagranza di reato un operatore socio sanitario, dipendente di una cooperativa, in servizio presso una casa di riposo del Roero. L’uomo, ristretto ai domiciliari, è accusato di violenza sessuale. Avrebbe costretto un’anziana ospite della struttura a compiere e a subire atti sessuali all’interno della stanza in cui era ricoverata. Alcuni comportamenti anomali della donna, malata di Alzheimer ad uno stadio avanzato , hanno insospettito il personale della struttura che ha segnalato la situazione alla direzione della casa di riposo.
La direzione si è rivolta ai carabinieri che hanno immediatamente avviato un’articolata attività di indagine, attraverso monitoraggio video e audio, nonché con servizi di controllo anche all’esterno della casa di riposo.
Per diversi giorni, 24 ore su 24, i carabinieri hanno monitorato le telecamere posizionate all’interno della stanza dell’anziana paziente, per intervenire in modo tempestivo in caso di palesi elementi di reato.
E così è stato: non appena i monitor hanno mostrato inequivocabili immagini dell’uomo che si accingeva a compiere atti di violenza sessuale nei confronti dell’anziana signora, i carabinieri hanno fatto irruzione nella stanza e hanno arrestato in flagranza di reato, G. S., trentacinquenne residente a Santo Stefano Roero.
L’operazione è stata coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica del tribunale di Asti, dottoressa Giulia Marchetti e dal Comandante della compagnia Carabinieri di Bra, Capitano Roberto Di Nunzio con il contributo di molti militari che, senza sosta, si sono impegnati nella delicata indagine per monitorare la situazione e scongiurare in tempo reale ulteriori azioni da parte dell’operatore.

Print Friendly, PDF & Email