Assassinato a bastonate un romeno di 38 anni che probabilmente voleva evitare che la sua donna fosse violentata

gianni di gennaro
Vittoria (RG) Sicilia
26/04/2015
Nicu Radicanu, romeno di 38 anni, compiuti lo scorso 19 aprile, è stato brutalmente assassinato a colpi di bastone, inferti con estrema violenza da più persone, nella notte tra il 25 e il 26 aprile, poco dopo mezzanotte, in prossimità della località scoglittiese, denominata Costa Esperia, a circa 4 chilometri dal centro abitato della frazione marinara di Vittoria. L’uomo, stando alla ricostruzione della polizia, resa molto difficile dalle confuse dichiarazioni raccolte sul posto, subito dopo l’efferato delitto e nella mattinata odierna, poco dopo la mezzanotte, in compagnia della sua donna: D.B. di 53 anni, avrebbe lasciato una discoteca frequentata solitamente da stranieri, probabilmente per rientrare nella casa che i due condividevano.
Mentre si trovavano in aperta campagna, (il locale si trova lì) tra le serre che invadono la costa di Scoglitti, sarebbero stati raggiunti da tre persone di colore, che li hanno aggrediti, molto verosimilmente per stuprare la donna.
Immediata la reazione dell’uomo, che avrebbe cercato con ogni mezzo, di allontanare i tre extracomunitari, nel tentativo di farli desistere dal loro intento.
Probabilmente c’è stato qualche spintone e forse è volato pure qualche pugno, fino a quando, il gruppo di aggressori, non ha cominciato a picchiare selvaggiamente sulla testa, il povero romeno che è caduto rovinosamente a terra tramortito dai colpi che gli sono stati inferti con estrema violenza. Nonostante ciò, gli assassini avrebbero continuato a picchiare la vittima fino a quando questa, a causa delle gravissime ferite prodotte dai colpi, non è morta. Dopo avere lasciato Nicu Radicanu a terra, immerso in una pozza di sangue, i tre, avrebbero tentato di violentare la compagna o l’avrebbero violentata. Il condizionale è d’obbligo perchè la polizia di Stato, titolare delle indagini, non lascia trapelare alcuna indiscrezione.
< Ancora non posso rilasciare dichiarazioni in tal senso > ha detto il vice questore Rosario Amarù, dirigente del commissariato di Vittoria < stiamo accertando alcuni particolari dell’episodio criminale, portato a termine con efferatezza. Nelle prossime ore saremo in grado di fornire i particolari del delitto >.
Una tentata violenza dunque, o molto probabilmente, una violenza sessuale consumata in danno di una donna, anche se in questo caso, un uomo che avrebbe voluto proteggerla, è stato barbaramente trucidato a colpi di bastone.
Un episodio questo, che contribuisce ad acuire la tensione già alta; infatti, in un passato molto recente, tanto si è detto e tanto si è scritto, su episodi di violenza sessuale consumati tra le serre del vittoriese.
Intanto, già dalla notte scorsa, è in atto nuna vera e propria caccia all’uomo, con l’utilizzo di mezzi e uomini, uomini tra i migliori di cui dispongono il commissariato e la questura, perchè è parere concorde, che bisogna immediatamente assicurare alla giustizia, gli autori di un delitto a sfondo sessuale, che ha colpito tutta la comunità.

POLIZIA-ISPIZIONE-CASEPer la foto sopra si ringrazia Franco Assenza

Print Friendly, PDF & Email