Bonorva. Altri arresti dei carabinieri per la piantagione di marijuana sequestrata lo scorso ottobre nelle campagne di Siligo

BONORVA – Nella giornata del 15 novembre u.s., in Thiesi, i Carabinieri della Compagnia di Bonorva, su ordine del G.I.P. del Tribunale di Sassari, hanno tratto in arresto il 36enne Pietro SORO e il 23enne Giovanni Maria CHILLOCCI in quanto ritenuti responsabili, in concorso, del reato di produzione e traffico di sostanze stupefacenti. Gli arresti sono stati eseguiti nell’ambito della medesima indagine che il 24 ottobre scorso ha portato gli stessi militari dell’Arma ad eseguire un blitz nelle campagne di Siligo, blitz che ha consentito di “chiudere” un vero e proprio stabilimento industriale, realizzato all’interno di una azienda agricola, attrezzato per la produzione, la lavorazione, il confezionamento e lo stoccaggio di un quantitativo molto rilevante di marijuana. Nell’ambito dell’operazione erano state tratte in arresto in flagranza di reato quattro persone, mentre altre tre erano riuscite a sfuggire alla cattura facendo perdere le proprie tracce nella fitta vegetazione del Monte Santu. Le successive indagini condotte dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bonorva, i cui esiti sono stati pienamente condivisi dall’Autorità Giudiziaria di Sassari, hanno dimostrato che SORO e CHILLOCCI sono due delle tre persone sfuggite all’operazione del 24 ottobre e, pertanto, è stata ordinata la loro cattura. A seguito dell’arresto i predetti sono stati condotti presso il carcere di Bancali a disposizione della magistratura. Proseguono intanto le indagini per chiudere il cerchio e assicurare alla giustizia l’ultimo soggetto ancora ricercato.

Print Friendly, PDF & Email