Borgo – Ognina, la polizia sequestra fuochi d’artificio

Nella giornata di ieri, in ottemperanza alle disposizioni del Questore, personale dipendente del Commissariato Borgo-Ognina ha effettuato controlli straordinari finalizzati alla prevenzione e repressione della vendita illegale dei fuochi pirotecnici in prossimità del capodanno.

Particolare rilievo assume il controllo effettuato nel quartiere di Picanello, nello specifico in via Duca degli Abbruzzi dove un minore di anni 14 è stato sorpreso mentre poneva abusivamente in vendita un congruo numero di articoli pirotecnici.

A seguito di accertamenti effettuati è emerso che buona parte di detti fuochi d’artificio appartenevano alla categoria 2 che ne vieta l’uso e la detenzione ai minori di anni 18. Ciò posto, si è proceduto al sequestro di detti articoli e le relative contestazioni sono state fatte al genitore: nello specifico, si è proceduto alla contestazione di cui agli artt. 2 e 20 legge 18/95 e succ. modifiche, che prevede la sanzione pecuniaria da euro 154.00 a euro 1549.00 e ciò in quanto detto genitore non sorvegliava il figlio minore che illegalmente poneva in vendita materiale d’artificio sulla pubblica via.

Altresì, gli è stata irrogata la sanzione pecuniaria per occupazione del suolo pubblico. Attesa la minore età dell’anzidetto soggetto e visto che i genitori erano ignari di tutto, si è proceduto anche ad avvisare i servizi sociali per verificare se i genitori esercitano in modo corretto la potestà genitoriale.

Ulteriore sequestro di fuochi d’artificio è stato effettuato in questa via Villa Gloria dove un soggetto, in modo del tutto illegale, poneva in vendita un significativo quantitativo di fuochi pirotecnici e per tale motivo la merce veniva sottoposta a sequestro e allo stesso venivano irrogate le relative sanzioni pecuniarie.

Tutta la merce sequestrata veniva presa in consegna dal Reparto Annona per la successiva custodia presso gli Uffici Comunali idonei alla custodia.

Nella medesima giornata sono stati effettuati diversi controlli su strada e tra questi un conducente di una autovettura veniva sorpreso alla guida senza copertura assicurativa in quanto la stessa scaduta nel 2006, con patente di guida scaduta nel 2012 ed infine era sprovvisto della revisione del veicolo la cui ultima risale al 2007.

Print Friendly, PDF & Email