Botte da orbi e truffa, nel ragusano a Ferragosto intenso lavoro per la Polizia

Due donne di 60 e 32 anni denunciate dalla Polizia per lesioni aggravate e minacce scaturite a seguito di una lite familiare avvenuta a Marina di Ragusa, un soggetto deferito per il reato di lesioni aggravate e atti persecutori ai danni della ex moglie, smascherate due donne provenienti dalla provincia di Catania che hanno tentato di acquistare telefonini dal centro commerciale Ibleo richiedendo un finanziamento con documenti falsi e sempre a Marina di Ragusa due giovani rispettivamente di 20 e 30 anni sorpresi con diversi grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

E’ il bilancio dell’attività che ha visto impegnati gli uomini della Polizia di Stato di Ragusa in quest lungo fine settimana di ferragosto. In campo decine di pattuglie e uomini.

L’attività ha permesso di ottenere altresì diversi risultati: 350 le persone  e 152 i veicoli, veicoli controllati su strada; in mare,  la squadra nautica,  a bordo delle moto d’acqua, ha controllato numerosi diportisti e sono stati  segnalati all’autorità giudiziaria di diversi soggetti per reati di vario genere.

 

Print Friendly, PDF & Email