Caltanissetta. Intervento per rissa al Villaggio Santa Barbara: cinque i denunciati

Alla base della violenta lite, che ha mandato quattro persone all’ospedale, futili motivi ancora da accertare.

Caltanissetta, 2 ottobre 2015 – Nella serata di ieri gli agenti della Polizia di Stato della Sezione Volanti, su richiesta pervenuta su linea di emergenza 113, sono intervenuti in Piazza delle Zolfare, presso il Villaggio Santa Barbara, poiché era stata segnalata una violenta rissa in corso con il coinvolgimento di diverse persone.
Giunti sul posto due equipaggi della Polizia di Stato, collaborati da una pattuglia dell’Arma dei Carabinieri, identificavano immediatamente cinque persone; il primo gruppo, composto da una famiglia di tre persone, colà residenti, padre e madre quarantenni, con precedenti di polizia e figlio minorenne, che raccontavano agli agenti, che poco prima dalla loro abitazione vedevano tre giovani che si stavano malmenando in strada e intimavano agli stessi di smetterla altrimenti avrebbero chiamato la Polizia.
Secondo il racconto fatto dai componenti la famiglia in questione i tre rissanti non solo non desistevano dagli atti di violenza, ma, anzi, uno di essi, un trentenne, con precedenti di polizia, si portava sotto la loro abitazione invitando il capo famiglia a scendere per chiedere spiegazioni circa l’intromissione da parte sua nella lite in corso; il padre una volta sceso in strada era spintonato dal trentenne e dalla spinta partiva una scazzottata.
Gli agenti procedevano a sentire anche la versione del trentenne, il quale, discordando dal racconto fatto dai componenti della famiglia, riferiva di essere stato aggredito dal predetto nucleo familiare mentre si trovava seduto in strada per i fatti suoi.
Da altre informazioni assunte dagli agenti sul posto, presso la propria abitazione, si rintracciava un quinto elemento, un ventenne, con precedenti di polizia, anch’esso coinvolto nella rissa con un non meglio precisato ruolo, allontanatosi poco prima che giungessero le Volanti, il quale ai poliziotti appariva con un occhio tumefatto, e riferiva di aver avuto, poco prima, una colluttazione con altri giovani per futili motivi.
Quattro delle persone coinvolte nella rissa, recatesi al Pronto Soccorso dell’Ospedale Sant’Elia, riportavano lesioni rispettivamente con 5, 8, 10 e 20 giorni di prognosi.
Allo stato sono in corso indagini da parte della Sezione Volanti per ricostruire l’esatta dinamica dell’ingarbugliata e controversa vicenda, al fine di stabilire le reali responsabilità penali dei soggetti coinvolti; cinque di essi, già identificati, saranno denunciati in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per il reato di rissa.

Print Friendly, PDF & Email