Caltanissetta. Eseguiti servizi di controllo del territorio interforze

53 persone e 21 mezzi controllati, 19 perquisizione effettuate. Impiegate nove pattuglie delle FF.PP.

Nel pomeriggio di ieri 18 novembre, unità delle forze di polizia, coordinate dal dirigente della Sezione Volanti, Commissario Capo dr Alessandro D’Arrigo, hanno eseguito servizi di controllo del territorio nel centro storico – quartiere Provvidenza, Villa comunale Cordova, Corso Vittorio Emanuele, Via Palermo, Piazza Garibaldi, Piazza Roma, Stazione Ferroviaria, Via Gaetani, Via Benintendi, Via Arco Calafato e vie limitrofe.
I predetti servizi preventivi, disposti dal Questore Bruno Megale, hanno viste impegnate sette pattuglie della Polizia di Stato (Sezione Volanti, Nucleo Prevenzione Crimine di Palermo, Ufficio Immigrazione e Digos), e altre dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.
Sono state controllate 53 persone, di cui 27 di nazionalità straniera, e 21 mezzi; eseguite 19 perquisizioni personali a carico di soggetti che stazionavano presso la Villa Cordova e il quartiere Provvidenza. Le perquisizioni hanno avuto tutte esito negativo; le nazionalità delle persone controllate: 9 pakistani, 4 gambiani, 3 italiani, 2 somali, 1 senegalese.
Le posizioni amministrative di alcuni dei soggetti stranieri controllati sono al vaglio dell’Ufficio Immigrazione della Questura.
Sono stati, inoltre, eseguiti controlli a soggetti sottoposti a misure anticrimine: 19 arrestati domiciliari e 6 sorvegliati speciale della pubblica sicurezza.
I predetti controlli, che saranno ripetuti periodicamente, sono stati disposti dal sig. Prefetto, nell’ambito della Riunione Tecnica di Coordinamento delle Forze di Polizia, tenutasi il 14 novembre u.s., e mirano ad effettuare controlli nei confronti di soggetti resisi autori di reati e dei luoghi frequentati dagli stessi.
Con l’ordinanza del Questore sono stati disposti analoghi servizi, a cura dei Reparti territoriali competenti (Commissariati di P.S. e Compagnie dei Carabinieri), in tutto il territorio della provincia.

Print Friendly, PDF & Email