Caltanissetta. Trafugava bottiglie di liquore dai supermercati, denunciato pregiudicato

Sequestrate dagli agenti dodici bottiglie di liquore, quattro borse ed un coltello. Rimpatriato con foglio di via obbligatorio agrigentino che non potrà far ritorno a Caltanissetta per un periodo di tre anni

Caltanissetta, 9 ottobre 2015 – Nel pomeriggio di ieri i poliziotti della Sezione Volanti sono intervenuti presso un supermercato di Via Due Fontane poiché era stata segnalata la presenza di un sospetto taccheggiatore.
Gli agenti giunti nel parcheggio del supermercato notavano un uomo che fuggiva inseguito da altre due persone quindi si lanciavano all’inseguimento del fuggitivo, che poco dopo, bloccavano all’interno di una proprietà privata, nascosto dietro una siepe.
L’uomo era identificato dagli agenti in un quarantatreenne, residente a Ravanusa, trovato dagli agenti con una borsa a tracolla contenente un coltello a serramanico, da un controllo al CED risultava gravato da numerosi precedenti di polizia per reati quali: furto, truffa, ricettazione, estorsione, spendita di banconote false ed altro.
Il responsabile del supermercato riferiva ai poliziotti che poco prima il fermato era stato notato aggirarsi all’interno del supermercato, nel reparto liquori, con una borsa a tracolla e che entrava e usciva dallo stesso senza passare dalle casse. I dipendenti del supermercato insospettiti dall’insolito andirivieni, lo fermavano e gli chiedevano di controllare il borsello, chiamando nel contempo la Polizia, quando questi, per sottrarsi al controllo, si dava a precipitosa fuga.
I poliziotti individuata l’auto del fuggitivo, parcheggiata nei pressi del supermercato, procedevano ad eseguire una perquisizione sul mezzo, rinvenendo sei bottiglie da un litro di whisky Jack Daniel’s e sei di Amaro del Capo, per un valore commerciale pari a poco più di 200,00 euro.
Le predette bottiglie erano state rubate anche da altri due supermercati del Capoluogo, come accertato dagli agenti, a seguito di alcune telefonate fatte con i responsabili dei supermercati, i quali riferivano che presso i rispettivi reparti liquori avevano trovato degli antitaccheggi staccati e gettati a terra.
Dalla ricostruzione fatta dagli agenti, il modus operandi del fermato, sarebbe stato quello di entrare nel supermercato con una borsa a tracolla vuota, riempirla di due/tre bottiglie, opportunamente private dell’antitaccheggio, uscire dal supermercato senza pagare e cambiare esercizio commerciale.
Allo stesso, oltre alle dodici bottiglie di liquore, erano state sequestrate quattro borse utilizzate per il taccheggio e un coltello di genere vietato.
L’uomo era quindi condotto in Questura dove, dopo le formalità di rito e il foto segnalamento presso la Polizia Scientifica, era denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica presso il Tribunale per i reati di ricettazione, porto di coltello di genere vietato e violazione di domicilio.
A carico dello stesso nei prossimi giorni sarà emessa la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio, con divieto di far ritorno a Caltanissetta per un periodo di tre anni, atteso che l’uomo non ha in questo Capoluogo residenza, domicilio o altri interessi che ne giustifichino la presenza.

Print Friendly, PDF & Email