Caso Loris, Davide scrive a Veronica:”Non ti ho abbandonata”

“Veronica, questa è la prima lettera che ti scrivo dopo i due colloqui che abbiamo avuto in carcere”.
Inizia così la prima lettera scritta da Davide Stival alla moglie  Veronica e resa pubblica oggi pomeriggio dalla nota trasmissione televisiva “La Vita in Diretta”.

Parole toccanti quelle scritte da Davide che ancora una volta si dimostra un “grande uomo” .
“Il mio – continua la lettera  –  non è un abbandono, né voglio farti del male, ciò che voglio è solo ottenere giustizia per Lorys, così come dici di volere anche tu.”

Davide si sofferma anche sulle maldicenze che in questi mesi hanno turbato ancora di più la sua famiglia:”Tantissime cose brutte – scrive – sono state dette sulla nostra famiglia e sui tuoi comportamenti verso di me e verso i nostri figli, ed il mio Avvocato ha precisato e chiarito che tali cattiverie dette su di te io non le avevo mai viste con  i miei occhi, o sentite”.

Riguardo poi all’incontro più volte richiesto da Veronica con il figlio minore Davide aggiunge:” Più volte mi hai chiesto di vedere il nostro piccolo ed io ti ho promesso che mi sarei impegnato per fartelo incontrare, ma mi è stato sconsigliato da psicologi ed esperti. Lui è l’unica ragione di vita che mi è rimasta per andare avanti e non voglio che subisca traumi psicologici; farò di tutto per proteggerlo e tutelarlo”.

La lettera, inviata qualche giorno prima dell’incidente probatorio si conclude così:”Tra qualche giorno ci sarà l’incidente probatorio sulle telecamere e “spero” con tutto me stesso di vedere la tua auto che si dirige verso la scuola di Lorys, così come tu hai sempre sostenuto. Gli inquirenti, sulla base delle indagini svolte, sono sicurissimi del fatto che tu non abbia accompagnato Lorys a scuola.  Quello che voglio da te è che ricordi quel 29 novembre, attimo per attimo, e che dica cosa è successo veramente. Solo così Lorys potrà riposare in pace”.

Print Friendly, PDF & Email