Caso Loris, per i periti “Veronica capace di intendere”

Sono le conclusioni dei periti, incaricati dal GUP di Ragusa, Andrea Reale, di eseguire la perizia psichiatrica su Veronica Panarello, accusata di aver ucciso e occultato il cadavere del figlio di otto anni, lo scorso novembre 2014 a Santa Croce Camerina.

Dunque “personalità non armonica” ma “capace di intendere e di partecipare al processo” secondo gli esperti Roberto Catanesi, ordinario di Psicopatologia forense all’università di Bari ed Eugenio Aguglia, professore ordinario di Psichiatria all’ateneo di Catania.

Veronica, su richiesta della difesa è stata sottoposta ad una risonanza magnetica per verificarne le condizioni “neurologiche, morfologiche e funzionali”.

L’udienza è prevista per il prossimo 20 giugno.

Print Friendly, PDF & Email