Catania. Ancora controlli dei locali della zona della c.d. “Movida”

Nella serata di ieri, personale della Squadra amministrativa del Commissariato “Centrale” , unitamente a personale dell’ASP e del Dipartimento Centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari, nell’ambito dei controlli da tempo avviati su disposizione del Questore di Catania, ha effettuato attività di ispezione di pubblici locali della zona della c.d. “movida”.
Nel corso del servizio sono stati controllati tre locali meglio appresso indicati: “Heaven drink club-Plaza” sito in via Teatro Massimo 39, riscontrando irregolarità relative all’occupazione del suolo pubblico e la mancanza della planimetria del locale. Nell’ambito del controllo a cura dell’ASP sono state imposte prescrizioni per l’effettuazione di una pulizia straordinaria dei locali di mescita e dei bagni con obbligo di ripristino dei rivestimenti e di tinteggiatura delle pareti. L’importo delle sanzioni elevate ammonta a Euro 1.000; “X L’incognita” sito in Piazza Bellini n. 23, a cura dell’ASP è stato inibito l’uso del laboratorio fino a quando la ditta non provvederà al ripristino della finestra al fine di fornire al locale luce e aria diretta. Il locale mescita è stato trovato in precarie condizioni igieniche così come la restante area adibita alla somministrazione, motivo per il quale l’ASP ha elevato due verbali per la somma complessiva di Euro 2.000, il servizio veterinario dell’ASP ha invitato il titolare all’esibizione, entro 24 ore, della documentazione relativa alla tracciabilità degli alimenti rinvenuti, mentre il personale dell’ufficio repressione frodi ha proceduto al prelievo di diversi campioni di liquidi destinati al consumo umano poiché conservati in contenitori privi di etichettatura, per l’effettuazione delle analisi di laboratorio volte ad accertarne la composizione. E’ stato altresì elevato verbale per occupazione di suolo pubblico in eccedenza per l’importo di Euro 169; “Nothigam” sito in questa piazza Bellini n. 26 è stato contravvenzionato per eccedenza nell’occupazione di suolo pubblico per Euro 169.
Nel corso dei controlli sono state identificate n. 12 persone.

Print Friendly, PDF & Email