Catania. Controllo del territorio: Rinvenimento droga e arresti delle volanti

CATANIA – Nel pomeriggio di ieri, nel corso di un servizio di controllo del territorio preordinato alla prevenzione e al contrasto dell’attività di spaccio di sostanze stupefacenti all’interno del noto quartiere Librino, personale delle Volanti dell’UPGSP rinveniva un ingente quantitativo di sostanza stupefacente all’interno di uno stabile condominiale.
Davanti all’ingresso del condominio il personale di Polizia constatava un via vai di soggetti che si muovevano con fare sospetto.
A seguito di un controllo esteso sino al sottoscala del palazzo, verosimilmente utilizzato come piazza di spaccio, venivano sequestrate 150 dosi di presumibile marijuana, per un peso lordo complessivo di 300 grammi.


Nella trascorsa nottata, medesimo personale delle Volanti dell’U.P.G.S.P. ha arrestato il pregiudicato catanese CASTIGLIA Salvatore, classe ’88 per furto aggravato in concorso e resistenza a P.U.

Nello specifico, il CASTIGLIA dopo aver asportato un’autovettura della ditta “Enjoy”, veniva raggiunto tempestivamente dal personale di Polizia. alla vista della pattuglia il reo arrestava la corsa in via Madonna del Divino Amore e proseguiva una disperata fuga, appiedato, all’interno delle campagne limitrofe.

Dopo un breve inseguimento veniva bloccato e condotto in stato di arresto presso le camere di sicurezza della Questura, come disposto dal P.M. di turno, in attesa dello svolgimento del giudizio per direttissima.


Nella stessa nottata, sempre personale delle Volanti dell’U.P.G.S.P. veniva inviato presso l’istituto scolastico comprensivo “Dusmet-Doria”, sito nel quartiere Librino, a seguito di chiamata al 113 che segnalava la sospetta presenza di persone all’interno.

Giunto sul luogo segnalato, il personale di Polizia individuava tempestivamente tre soggetti intenti a scavalcare le finestre retrostanti l’ingresso del comprensorio scolastico. Inutile il tentativo di seminare i poliziotti con la precipitosa fuga messa in atto alla vista delle pattuglie, nonché il nascondiglio approntato da uno dei soggetti, sotto una macchina parcata in zona limitrofa.

L’inseguimento si concludeva con l’arresto di due soggetti minori d’età, T.G. classe 1999 e S.S.G. classe 2001, mentre il terzo complice riusciva a dileguarsi all’interno del quartiere.

All’interno della scuola in argomento, veniva constatato l’ammanco di molteplici oggetti, tra cui diversi computer e lettori dvd, nonché il danneggiamento di numerosi armadi e porte d’ingresso.

I due arrestati, su disposizione del P.M. della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni, venivano condotti presso l’Istituto Penitenziario per minori di via Franchetti.

Print Friendly, PDF & Email