Catania. Denunciati due minori per violenta aggressione a un arbitro

CATANIA – Nei giorni scorsi, a seguito di mirate indagini della Digos di Catania corroborate anche da dichiarazioni testimoniali, sono stati denunciati due ragazzi minorenni responsabili della violenta aggressione perpetrata ai danni dell’arbitro designato per la gara dei play-off allievi regionali San Pio X – Katane Soccer dello scorso 23 aprile svoltasi presso il campo “Seminara” di Catania a porta chiuse per inagibilità del complesso sportivo.
In quella circostanza, al termine della gara, a seguito di un diverbio in campo con conseguente parapiglia tra giocatori e due espulsioni (per doppia ammonizione) di calciatori della squadra locale, i summenzionati due giovani ragazzi, uno dei quali era stato tra l’atro destinatario del cartellino rosso mentre l’altro aveva scavalcato indebitamente la recinzione, sono entrati all’interno degli spogliatoi insultando e colpendo ripetutamente il direttore di gara con calci e pugni al volto e al torace, procurandogli un “trauma contusivo facciale, escoriazioni regione toracica, infrazione sternale e contusioni ad entrambe le gambe” guaribili, momentaneamente, in 30 gg..
Per tali fatti, la Giustizia Sportiva ha sanzionato il San Pio X con la multa di 2000 euro e la squalifica del campo fino al 30 giugno 2018 nonché l’inibizione fino al 31 dicembre 2017 a due dirigenti societari per mancanza di assistenza all’arbitro.
Considerata la gravità di quanto sopra descritto, sono stati adottati nei confronti dei due predetti responsabili provvedimenti di divieto di accesso a manifestazioni sportive – daspo per la durata di 3 anni appositamente predisposti dalla locale Divisione Anticrimine della Questura ed è stata inoltrata apposita informativa anche alla Procura federale della FIGC per gli ulteriori provvedimenti di natura sportiva.

Print Friendly, PDF & Email