Catania. La Polizia di Stato arresta due persone

CATANIA – Nel pomeriggio di ieri personale delle Volanti, a seguito di servizi appositamente predisposti per il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, ha arrestato MURATORE Alessio Antonio (classe 1978), pregiudicato, in quanto responsabile dei reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza e lesioni a P.U.
Intorno alle ore 18:15, transitando per via Canfora, gli agenti hanno notato due soggetti sospetti, uno dei quali, alla vista della pattuglia, ha tentato di disfarsi di un involucro che aveva addosso, cercando nel contempo di allontanarsi.
I poliziotti sono prontamente intervenuti bloccandolo, ma l’uomo li ha aggrediti violentemente con calci e pugni, nel tentativo di guadagnare la fuga. Solo con notevoli difficoltà, è stato immobilizzato definitivamente.
Sottoposto a perquisizione personale, l’arrestato è stato trovato in possesso di una confezione di marijuana del peso di 3 grammi circa; per tale motivo, con l’ausilio di altro personale e del funzionario di turno, si è proceduto a perquisire il domicilio del MURATORE. L’atto di polizia giudiziaria ha dato esito positivo: infatti, sono stati rinvenuti, nella camera da letto, circa 1,2 kg di marijuana (tra cui 34 “spinelli” già confezionati) e circa 300 grammi di hashish.
Anche durante la perquisizione il MURATORE ha aggredito violentemente gli operatori, tentando di ostacolare la perquisizione e di fuggire, ma è stato immobilizzato e tratto in arresto.
Due degli agenti intervenuti hanno subito lesioni che li hanno costretti a riparare al Pronto Soccorso.
Il P.M. di turno ha disposto di trattenere il MURATORE presso le camere di sicurezza della Questura, in attesa dell’udienza del giudizio direttissimo.

MURATORE

                          Nella decorsa nottata, agenti delle Volanti hanno arrestato il pluripregiudicato CARAMBIA Andrea, (classe 1982), perché responsabile di furto aggravato e resistenza a P.U.
I fatti si sono svolti intorno all’1:10 quando, durante l’attività di controllo del territorio, gli agenti hanno controllato in piazza Grenoble, di due individui sospetti – un uomo e una donna – che si trovavano a bordo di un’autovettura. Accortosi della pattuglia, il conducente ha improvvisamente avviato l’auto e, per sfuggire ai poliziotti, ha persino tentato di investire uno degli agenti scesi dal mezzo.
A tale reazione, è seguito un lungo e pericoloso inseguimento per le strade del centro storico cittadino, affollato anche a quella tarda ora, che si è concluso in via Alogna, dove i due individui hanno abbandonato l’auto per fuggire appiedati: sono stati raggiunti e bloccati dagli operatori di Polizia, dopo alcune decine di metri.
Il CARAMBIA, a quel punto, ha aggredito nuovamente gli agenti e, nel tentativo di sottrarsi alla presa, ha ingaggiato una colluttazione con uno loro, ma è stato definitivamente bloccato.
Entrambi i fermati sono stati accompagnati in Questura per gli accertamenti di rito: qui sono stati identificati per il suddetto CARAMBIA Andrea, conducente dell’autovettura, e per M.M. nata in Nigeria passeggera dell’auto. Si è accertato che l’auto era stata appena rubata nella zona del centro storico al proprietario al quale, dopo la formalizzazione della denuncia di furto, è stata riconsegnata.
Due degli agenti intervenuti hanno subito lesioni che li hanno costretti a ricorrere alle cure del Pronto Soccorso.
La donna è stata trattenuta presso gli Uffici della Questura, a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per la notifica del provvedimento di diniego della protezione internazionale, mentre il CARAMBIA, su disposizione del P.M. di turno, è stato rinchiuso nelle le Camere di Sicurezza della Questura, in attesa dell’udienza del giudizio direttissimo.

CARAMBIA Andrea
Print Friendly, PDF & Email