Catania, Librino: Ancora droga e armi

CATANIA – Personale del Commissariato di Librino ha portato a termine un’importante attività di polizia giudiziaria in occasione di un controllo mirato all’interno del famigerato Palazzo di Cemento nella mattinata di lunedì scorso.
In particolare, nei giorni scorsi, durante un ordinario servizio di controllo del territorio nel quartiere Librino, i poliziotti si avvedevano di un movimento strano all’interno del Palazzo di Cemento, non giustificato dalla presenza degli operai impegnati nell’attività di riqualificazione dei piani bassi dell’edificio e che portava, nell’immediatezza al sequestro di oltre 1 Kg di marijuana, ancora da steccare. Da questo episodio, scaturiva un controllo più mirato posto in essere dagli uomini Commissariato Librino, collaborati dal nucleo cinofili dell’UPGSP. Nella circostanza, nel dedalo dei 12 piani ormai sempre più devastati negli anni dall’incuria e dall’utilizzo improprio, personale operante rinveniva 2 fucili da caccia, entrambi oggetto di furto, uno dei quali, in ottimo stato di manutenzione , era stato modificato e pronto all’uso avendo ben tre cartucce camerate ed una in canna del tipo “a pallettoni”, quindi con indiscutibile capacità offensiva. L’ulteriore ricerca consentiva di rinvenire due sacchetti contenenti droga del tipo marijuana, ancora da steccare per un peso pari ad 1 Kg che, immessa nel mercato al dettaglio, avrebbe fornito un sostanzioso bottino.

Print Friendly, PDF & Email