Catania. Polizia di Stato: attuato massiccio controllo del territorio

Catania, 27 novembre 2015 – Incessante continua l’attività quotidiana di controllo del territorio, sia nel centro storico che nei quartieri, al fine di contrastare ogni fenomeno di diffusa illegalità, il Questore di Catania dr. Marcello Cardona ha disposto un’ulteriore intensificazione dei servizi; infatti sono stati espletati servizi straordinari di controllo del territorio in questo centro storico e in particolare nel quartiere di “S. Berillo Vecchio” finalizzato all’identificazione di aggregazioni di cittadini stranieri dimoranti in quel rione e un altro servizio finalizzato al contrasto dell’esercizio della prostituzione posta in essere in città da parte di cittadine straniere comunitarie nonché al controllo di esercizi commerciali ubicati in questo centro storico.

In specie, personale delle volanti e della Squadra a cavallo e cinofili, coordinati da Funzionario dell’U.P.G.S.P., ausiliati da personale Enel dalle prime ore del mattino del 25 c.m. operava perquisizioni presso alcune abitazioni di via Coppola e via Pistone.

Nella circostanza, venivano trovati 20 cittadini extracomunitari, originari del Gambia, Senegal, Somalia, Marocco, molti dei quali privi di documenti d’identità e di permesso di soggiorno sul territorio nazionale. Gli stessi venivano accompagnati presso gli Uffici della Questura, ove venivano trattenuti per gli ulteriori accertamenti da parte dell’Ufficio Immigrazione. Al termine degli accertamenti sei di questi stranieri venivano denunciati in stato di libertà per il reato di furto di energia elettrica, accertato da personale Enel.

Nel corso della serata, personale delle volanti dell’U.P.G.S.P., collaborato da equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale, procedeva al controllo di 15 cittadine comunitarie, tutte di nazionalità rumena, le quali venivano sorprese lungo i marciapiedi di v.le Lorenzo Bolano, v.le Andrea Doria, v.le F.lli Vivaldi, v.le Marco Polo e v.le Ulisse, v.le Africa e via Dusmet, abbigliate con vestiti succinti e con tipico atteggiamento diretto all’invito di eventuali soggetti in transito al libertinaggio. Le straniere suddette, molte delle quali prive di documenti d’identità, venivano accompagnate per l’identificazione presso gli uffici della Questura e trattenute per gli adempimenti amministrativi da parte dell’Ufficio immigrazione.

Nell’ambito della stessa attività, con l’ausilio di un equipaggio della Polizia Locale, venivano anche istituiti posti di controllo in p.zza Risorgimento e p.zza San Placido, finalizzati alle sanzioni dei conducenti di motocicli sprovvisti di casco protettivo e di veicoli senza copertura assicurativa, inoltre con la collaborazione di personale del “Reparto Annona-Commerciale” della Polizia Locale, veniva controllata l’attività commerciale “Il Cantiniere”, ubicata in V.le Libertà nr. 153, il cui titolare veniva denunciato in stato di libertà per invasione di terreni, per aver posto tavoli, sedie, fioriere e lanterne sul suolo pubblico senza alcuna autorizzazione. Il tutto veniva sottoposto a sequestro penale.

Al termine del servizio sono stati conseguiti i seguenti risultati: 105 le persone identificate; 44 i veicoli controllati; 1 controllo ad esercizio pubblico; 35 le persone accompagnate in ufficio; 15 prostitute accompagnate in ufficio; 4 le perquisizioni domiciliari; 7 le persone denunciate in stato di libertà; 53 le contestazioni al Codice della Strada; 2 i fermi amm.vi per mancanza di casco; 7 i sequestri amm.vi per mancanza di assicurazione; 5 ritiri carte di circolazione; 3 ritiro patente di guida.

Print Friendly, PDF & Email