Catania. Salsicce e ‘nduja alla cocaina, sequestrati 1,3 kg. di stupefacente. Arrestato il responsabile

CATANIA – I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania hanno tratto in arresto la settimana scorsa il catanese Giuseppe Vasta (cl. 1988) per detenzione di 1,3 Kg. di cocaina.

A tale risultato i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria etneo sono pervenuti a seguito dell’intensificazione dei controlli di polizia finalizzati alla prevenzione e repressione dei traffici di sostanze stupefacenti.

In tale contesto, una pattuglia delle fiamme gialle ha sottoposto a controllo un taxi nel quartiere popolare di Zia Lisa, in prossimità della stazione ferroviaria di Catania-Acquicella, con a bordo un passeggero. Questi, sin da subito, manifestava evidenti segni di nervosismo che suggerivano un’accurata ispezione del suo bagaglio e, in particolare, di una busta contenente salsicce e ‘nduja.

Nel sacchetto, occultato tra i prodotti di macelleria, è stato rinvenuto un involucro, cautelato con nastro da imballaggio nero, contenente la sostanza stupefacente.

Le analisi effettuate hanno successivamente confermato trattarsi di cocaina.

Il Vasta è stato, quindi, tratto in arresto e condotto presso la casa circondariale di Piazza Lanza, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Successivi accertamenti hanno consentito di appurare che il tassista era completamente all’oscuro dell’illecito traffico.

La sostanza stupefacente sequestrata, verosimilmente destinata al mercato catanese, avrebbe fruttato al dettaglio oltre 150.000 euro.

Continuano così le attività delle Fiamme Gialle etnee a contrasto del traffico di sostanze stupefacenti che hanno già consentito, negli ultimi due mesi, di trarre in arresto 9 trafficanti e sequestrare circa 75 kg di sostanze stupefacenti di vario tipo.

Print Friendly, PDF & Email